CdS – Maradona, diverse proposte avanzate a de Magistris in suo onore: i dettagli

Tante le proposte avanzate a de Magistris, sindaco di Napoli, su delle realizzazioni in onore di Diego Armando Maradona. La politica si è fatta da parte, ha lasciato spazio alla voce del popolo. L’edizione odierna de Il Corriere dello Sport scrive i dettagli delle proposte:

La politica, persino quella, s’è liberata con un dribbling dei lacci che in genere la imprigionano ed ha spinto Luigi de Magistris, il sindaco di questa città ferita, a scandire i giorni che separano dalla intitolazione del caro, vecchio San Paolo, al genio che trent’anni fa l’ha resa felice ed ora la fa disperare, in quella processione inarrestabile tra lo stadio e i luoghi della memoria. «Ieri c’è stata la riunione della commissione toponomastica ed ha dato il via libera. Poi sarà necessario un passaggio dal prefetto». E quando metteranno la palla al centro, tra dodici giorni, si sarà già nel Diego Armando Maradona, in una Cattedrale in cui s’avvertirà, e sempre di più, quel senso di malinconia che ieri Stefan Schwoch, dinnanzi alle pareti illuminate dai ceri, s’è tenuto per sé: «Chiunque ha indossato questa maglia, non poteva non venire qui a darti l’ultimo saluto. Grazie Dios».

Napoli si riempirà del suo Cristo laico un po’ ovunque, seguirà percorsi che verranno costruiti lasciando che siano i sentimenti a guidare le idee, adesso sparpagliate qua e là e però già inchiodate nel futuro tratteggiato da de Magistris: «Gli dedicheremo la stazione della Metro Linea 6, che contiamo di inaugurare a maggio e che si chiamerà probabilmente Mostra-Maradona, perché rappresenti una tappa per una specie di pellegrinaggio calcistico-turistico. E poi c’è la possibilità di allestire un museo, da realizzare in collaborazione con il Napoli, in cui i visitatori comprendano cosa Diego rappresenta per noi. Non penso sia possibile una cerimonia ufficiale, vedremo. Mi arrivano proposte di statue, di opere e comunque nell’ordine naturale delle cose c’è una piazza o una strada da intitolargli»“.