FOCUS- Alla scoperta del nuovo centrocampista del Napoli, Bakayoko

Fonte foto: SSC Napoli

Il mercato da circa una settimana ha chiuso le sue porte, che si riapriranno a gennaio. Intanto però molti colpi di mercato sono stati effettuati a fine mercato, fra questi uno ha fatto emozionare i tifosi napoletani. Stiamo parlando del colpo last-minute dal Chelsea, Bakayoko. Un colpo inaspettato, arrivato quasi come un fulmine a ciel sereno, sicuramente al quale addetti ai lavori e tifosi non erano pronti e dal quale ci si aspetta molto. Ma conosciamolo meglio:

A 6 anni già un prodigio, il calcio è la sua passione; è incontenibile. Il suo amore per il calcio lo porta giovanissimo ad essere ingaggiato in moltissime giovanili di club di serie minori, girovagando per la Francia, finché nell’estate del 2008 viene scovato dal Rennes che subito lo aggrega alla seconda squadra. Nel periodo con la squadra dei rosso neri migliora la tecnica e lavora sul suo fisico, infatti giovanissimo era longilineo e non si adattava al temperamento dei difensori francesi.

Così nell’estate del 2009 sino al dicembre 2012 lavorò molto sia con la palla che con i pesi, diventando sempre più forte. Nei 5 anni nelle giovanile è apprezzato molto e convince tutti, anche il tecnico della prima squadra, Monteneir, decide di dargli una chance. Il primo anno è davvero sensazionale tanto da farsi notare fra le big del campionato trans’alpino, in particolare dal Monaco che lo acquisterà quell’estate per la cifra di 8 milioni di euro. Il suo inizio però non è entusiasmante infatti nei primi sei mesi vierne impiegato solo 8 volte, il club riflette sul suo futuro ma poi la svolta. Infatti subentra in un match di Champions contro lo Zenit, per J.Moutinho e la metamorfosi sembra compiuta.

Tiémoué sembra rinato, e ben presto diventerà un dei pilastri della mediana monegasca, riuscendo anche a vincere un campionato nella gloriosa stagione 2016-17 anche con l’apporto di giocatori straordinari quali Mbappé e Falcao. La vittoria del titolo sarà un vero e proprio trampolino di lancio che gli aprirà ben presto le porte della Premier e farà schizzare la sua valutazioni a cifre monstre.

Infatti il Chelsea lo acquisterà per la cifra di 40 milioni euro. L’adattamento iniziale però non sembra una delle qualità del francese che in un anno nell’ombra matura solo 29 presenze, molte delle quali da subentrato, e ben 2 gol. Le cose con Conte non vanno bene bene e viene ceduto al Milan di Gattuso, che lo protegge e gli insegna alcuni trucchi del mestiere da mediano a mediano. L’annata con il tecnico attuale del Napoli è sensazionale 31 presenze e un gol impreziositi da una maturità non da poco.

La storia è ormai cosa nota a noi tutti; a fine prestito fa ritorno a Monaco in prestito dal Chelsea, in una situazione al limite del disastroso. Al termine della stagione il suo scorer segna 20 presenze e 1 gol. Così fa ritorno a Londra dove a lungo riflette su diverse proposte, fra cui quelle del Milan, ma sarà il Napoli con l’aiuto di Gattuso a convincerlo a cambiare piazza.