NAPOLI IN ROSA – Ancora una sconfitta per le azzurre di mister Marino

Benvenuti al Napoli in Rosa, una nuova rubrica che tratterà e analizzerà la stagione del Napoli femminile, una stagione sicuramente importante per le azzurre, visto il debutto in Serie A.

Purtroppo, il debutto delle ragazze azzurre è stato amaro: infatti, le ragazze di mister Marino avevano perso le prime 2 partite della stagione, contro la Pink Bari e la Fiorentina, e volevano riscattarsi nella trasferta in Emilia contro il Sassuolo.

Mister Marino ha schierato un 4-4-2 con la Errico, in goal contro le viola, schierata come difensore centrale e la coppia d’attacco formata dalla spagnola Martinez e dalla ceca Chatzinikolau. Invece, il Sassuolo di mister Piovani si è messa in campo con un 4-3-1-2, dove i riflettori erano puntati sulla Bugeja, trequartista classe 2004 di Malta, autentico gioiellino delle neroverdi.

Dopo i soliti convenevoli di rito, la partita è iniziata con il primo pallone toccato dalle azzurre, che hanno approcciato bene al match; infatti, le ragazze di mister Marino hanno provato ad impostare da dietro, con la centrocampista centrale Nencioni brava ad impostare e a fermare due ripartenze delle avversarie. Però, le prime occasioni degne di nota sono state create dalla squadra di casa; infatti, prima il terzino destro Santoro ha messo un cross insidioso che il portiere Mainguy ha dovuto smanacciare in calcio d’angolo, poi la Bugeja ha avuto un’occasione colossale a tu per tu con il portiere, ma la Di Marino ha ribattuto il tiro salvando le azzurre.

Azzurre che, alla prima occasione utile, hanno segnato: su un cross dalla trequarti della Nencioni, Paola Di Marino ha battuto il portiere neroverde con un magistrale colpo di testa. Gioia del vantaggio che è durata poco per gli azzurri: infatti, dieci minuti dopo, la Bugeja salta tutta la difesa azzurra con uno slalom in area e davanti al portiere azzurro si mostra implacabile, siglando il pareggio che accompagna le squadre negli spogliatoi.

Il Napoli, però, torna scarico e con un atteggiamento molle in campo e paga subito il conto: nel giro di 5 minuti, il Sassuolo segna due gola prima con un rigore della Dubcova, poi con un fantastico tiro a giro della Bugeja, che sigla una doppietta. Le neroverdi, dunque, controllano la gara sul doppio vantaggio e i cambi di mister Marino non riescono ad incidere.

Le azzurre, fino all’80‘, faticano a superare la metà campo, ma negli ultimi dieci minuti schiacciano il Sassuolo nella loro trequarti; purtroppo, anche la sfortuna ci si mette di mezzo, visto che le azzurre prendono quattro pali su azioni confusionarie, dimostrando che manca un pizzico di freddezza sotto porta, freddezza che avrebbe permesso alle azzurre di riaprire la partita.

Dopo 4 minuti di recupero, l’arbitro chiude la contesa. Il Napoli resta ancora a 0 punti dopo 3 partite, nonostante un gioco ben organizzato. Mister Marino dovrà sicuramente cercare di cambiare qualcosa per evitare di perdere di vista le dirette concorrenti per la salvezza e per non compromettere già una stagione.