CorSera – Calano gli spettatori in Serie A, Sky pronta a chiedere uno sconto sui diritti tv

La Serie A post Coronavirus ha subito un netto calo di spettatori, con addirittura una differenza superiore a 3 milioni tra andata e ritorno nell’ultima giornata di campionato. Dopo la decisione di Sky di non pagare l’ultima rata dei diritti televisivi, c’è stato il ricorso della Confindustria del pallone, accolto dal Tribunale di Milano. In particolare Sky dovrebbe versare una cifra pari a 102’794’888 euro, ossia il denaro richiesto dai club che non hanno ancora chiesto anticipi alle banche. All’emittente satellitare sarà concesso un limite di tempo di 40 giorni per presentare anch’essa un ricorso e 90 giorni per stabilire un’udienza.

Il rischio è che Sky dal 12 luglio non possa trasmettere le partite che siamo abituati a vedere, ma non c’è da preoccuparsi in quanto ci vorrà un lungo periodo per risolvere la questione (si parla di fine 2020/inizio 2021). Per l’anno prossimo Sky vorrebbe chiedere uno sconto del 15-18%, ma la Lega vuole valutare le offerte dei fondi. E non bisogna dimenticare della possibilità del canale auto-prodotto.

Fonte: Il Corriere della Sera

Articolo precedenteCALENDARIO – Definita la ripartenza della nazionale italiana, possibile ritorno a Napoli: l’ipotesi
Articolo successivoAg. Fifa Parisi: “Cessione Koulibaly va messa in preventivo! Su Osimhen…”