Napoli-Roma: fra delusioni e rivincite

Il posticipo della 30esima sarà Napoli-Roma; una partita da sempre dura per gli azzurri, che negli ultimi 5 anni al San Paolo hanno sempre maturati risultati a favore della squadra capitolina. Napoli-Roma però non è solo una partita che sà di rivincita, ma è anche la partita fra due squadre deluse nell’ultimo turno, che vogliono tornare a sorridere. Il derby del sud sarà anche una partita nella partita, dato che ci sarà anche uno scontro in classifica per il quinto posto.

Ma analizziamo le due formazioni:

Dopo la distratta sconfitta di Bergamo, il Napoli di Gattuso vuole tornare a ringhiare; e magari regalare una gioia ai tifosi. Gli azzurri sono molti vicini alla Roma con 48 punti, che potrebbero approfittare dello scontro diretto e magari provare a strappare il quinto posto alla Roma. Prima della partita con l’Atalanta gli azzurri avevano ottenuto 5 risultati utili consecutivi, un bottino davvero ricco viste le condizioni in cui versavano i partenopei alla fine del girone di ritorno.

Recentemente gli azzurri, a questo filotto positivo, hanno aggiunto anche la sesta Coppa Italia. Un trofeo guadagnato in casa della Roma, all’Olimpico, e che dalla Roma deve ricominciare a marciare sulla retta via, e provare a guadagnare un piazzamento in classifica che renda onere al recente passato in A della squadra di ADL.

Sui binari della delusione marcia anche la Roma. I giallorossi nell’ultimo turno sono usciti sconfitti, perdendo per 2-0 contro l’Udinese che ha guadagnato la prima vittoria della gestione Gotti. Dopo l’amara sconfitta però in casa Roma non se ne fa un dramma, anzi, James Pallotta ha rinnovato la fiducia a Paulo Fonseca. Il tecnico portoghese quest’anno ha fatto molto bene, rompendo le gerarchie e normalizzando una rosa distrutta dalla stagione precedente che condannò i giallorossi ad un amaro sesto posto.

I risultati recenti per la Roma però non sono positivissimi, infatti la squadra della capitale nelle ultime tre gare ha portato a casa 3 vittorie e altrettante sconfitte – contro Atalanta, Milan e Udinese – e un bottino di 9 punti. Nonostante ciò la squadra di Fonseca resta faticosamente aggrappata al quinto posto, e non intende farselo sottrarre dal Napoli poco distante con 46 punti. L’unico obbiettivo ora è vincere e non mollare per tenere lontano il Napoli e poter ambire alla zona Champions, sapientemente difesa dall’Atalanta.

Napoli-Roma negli ultimi anni però non è stata una partrita molto fortunata per gli azzurri. Il San Paolo in questo caso non è mai stato un amuleto prezioso per Insigne e compagnia. L’ultima vittoria risale all’1 novembre 2014, quando il Napoli riuscì a battere 2-0 la Roma di Garcia grazie ai gol di Higuain e Callejon.

Poi due miseri pareggi; uno nella stagione 2015/16 (0-0) e l’altro nella stagione 2018/19 (1-1). Precedentemente però la Roma aveva guadagnato due vittorie per’altro schiaccianti, infatti una terminò 1-3 (stagione 2016/17) e l’altra 2-4 (stagione 2017/18). Ora la storia può sicuramente cambiare, e gli azzurri devono assolutamente invertire la tendenza e sfatare il tabù Roma.