Un altro pezzo di ‘quel’ Napoli che andrà via..

Per il Napoli, quest’anno, non è stato facile lavorare ai rinnovi: c’è chi ha già rinnovato, chi è prossimo al rinnovo e chi non rinnoverà.. Il ciclo iniziato da Maurizio Sarri purtroppo è terminato con una cocente delusione, il mancato Scudetto. Questo ha segnato molti azzurri. I ragazzi hanno perso gli stimoli, alcuni volevano andare via (anche se poi sono rimasti). L’addio di Maurizio fu davvero un colpo duro per la squadra e per l’intera città. La situazione è peggiorata con l’arrivo di Carlo Ancelotti. Un anno di normale amministrazione, per poi crollare tutto all’inizio di questa stagione. La situazione per alcuni si è aggravata e in estate ci saranno presto nuovi addii. Tra questi, quello di Elseid Hysaj.

Il terzino albanese fu acquistato dall’Empoli nel 2015, costo del cartellino 5 milioni di euro. A volerlo fortemente fu l’ex allenatore del Napoli, Maurizio Sarri. I due avevano già trascorso insieme il triennio ad Empoli, si conoscevano bene. Elseid era uno degli imprescindibili di Maurizio, il terzino che si incastrava alla perfezione con i meccanismi dell’allenatore. Ed inoltre al Napoli, mai tanto fortunato sulle fasce difensive, serviva una sicurezza. Così, appena arrivò all’ombra del Vesuvio, Maurizio chiese di avere il terzino albanese e De Laurentiis lo accontentò.

Il feeling tra i due continuò anche in azzurro. Hysaj fu uno dei magnifici undici dello splendido Napoli del triennio Sarrista. Uno che non si faceva tanto amare per le sue cavalcate sulla fascia ma più per la sua duttilità: sempre al posto giusto al momento giusto. Tatticamente era ciò che, all’epoca, serviva al Napoli, un difensore diligente che sapesse svolgere il compito assegnatogli.

Una volta andato via Sarri, il ciclo fu considerato chiuso. Nel 2018, quando arrivò Carlo Ancelotti, molti erano sfiduciati e demoralizzati visto il mancato Scudetto dell’anno prima. La voglia non c’era, gli stimoli anche. E con Sir Carlo iniziò anche la parabola discendente di Elseid, la sua storia con la maglia azzurra si fece sempre più complicata. Già dopo il primo anno di Ancelotti, si provò a cederlo (Roma e Atletico), ma poi Carlo lo tenne in squadra. Le complicazioni non finirono, il tutto fu alimentato anche dall’arrivo di Giovanni Di Lorenzo (l’anno dopo, 2019). Guarda caso suo erede sulla fascia destra all’Empoli che poi, pian piano, ha conquistato il suo posto anche a Napoli. Carlo iniziò a preferirlo ad Hysaj, e per l’albanese fu buio profondo.

Chiaro, ormai, anche ad Elseid che il futuro della fascia destra azzurra sia destinato a Di Lorenzo, ha capito che è il momento di alzare le tende e provare una nuova avventura. Durante l’anno il suo agente, Mario Giuffredi, ed agente anche di Di Lorenzo, ha atteso che il Napoli trovasse ben presto una soluzione per il suo assistito. La sosta forzata dovuta all’emergenza Coronavirus ha sciolto i dubbi all’albanese, e nei giorni scorsi ha comunicato alla società la sua decisione: la cessione. 

Un altro senatore che se ne va, un altro pezzo di quello splendido Napoli che lascerà l’azzurro.