RIFLETTORI PUNTATI – Tanti bassi e pochi alti, ma rimane il pericolo numero uno…

Il Napoli, dopo l’importante vittoria di Cagliari, torna in campo venerdì allo stadio “Mario Rigamonti” per sfidare i padroni di casa del Brescia. Le rondinelle vivono un periodo nero con 9 partite senza vittorie (ultima volta il 14 dicembre con il Lecce). Nel mezzo: Corini esonerato, arriva Grosso; esonerato Grosso, torna Corini; tre giornate fa l’ex Chievo ha lasciato nuovamente la panchina per far posto a Diego Lopez.

Con 16 punti il Brescia è quasi pronto a salutare la Serie A e, nonostante i tanti bassi, Mario Balotelli rimane il pericolo numero uno. L’ex Marsiglia è il capocannoniere della squadra, ma le sue giocate non sempre riescono e la sua svogliatezza, unito ad un talento mai esploso, creano molti malumori tra i suoi tifosi. Quando è in giornata crea molti problemi alle difese avversarie, all’andata con il Napoli fu lui a segnare l’unico gol dei lombardi nel 2-1 finale.

Le sue cinque marcature hanno portato solo una volta i tre punti, e l’ultima volta che ha gonfiato la rete è ad inizio 2020 con la Lazio, con successiva sconfitta. Il Brescia si appoggia a lui per la risalita, ma la sua poca continuità sta facendo affondare la squadra di Cellino e anche la sua carriera.

In assenza di Tonali e Torregrossa, rimane lui il giocatore su cui puntare i riflettori!