Il miglior giocatore di inizio stagione – Al terzo posto troviamo…

Un gol ogni 77 minuti: una media spaziale per Arek Milik che mette a segno non solo reti utili ma anche record nella sua ancor breve carriera da attaccante professionista. Fra sfortuna per quei legamenti che l’hanno tradito e lunghi periodi di stop lontano dai campi ha palesato la sua forza mentale che, più di quella fisica, gli ha permesso sempre di rientrare ed incidere in modo positivo.

11 presenze fra Champions e campionato e già 9 gol fatti, ma è anche un giocatore generoso che se può aiutare i compagni a marcare il cartellino, lo fa senza indugi. Non pecca di egoismo, anzi. Il Napoli ha il suo centravanti che, seppur non è sempre stato apprezzato dai tifosi, ha sempre onorato la maglia, un ragazzo perbene senza grilli per la testa. Talvolta forse è mancata in lui quella freddezza sotto porta, insomma non è né Cavani né Higuaìn, dunque non ancora un campione affermato, però è pragmatico, concreto nei momenti che servono.

Insomma, uno dei pochi a salvarsi in questo inizio stagione non proprio entusiasmante. Gattuso lo ha schierato finora sempre titolare e questo fa ben capire quanto anche per il mister sia importante questo giocatore, su cui bisogna credere per il futuro.

Articolo precedenteFOTO – Annata piena di trasferte, il 2019 ed il ‘dolce’ Anfield
Articolo successivoIl 3° posto, per la peggior partita del 2019, va al match contro…