IL DATO – Abbonamenti a rilento nonostante i prezzi popolari, ma c’è un fattore che fa ben sperare il Napoli

Complice forse una campagna acquisti che farà attendere fino agli sgoccioli per i botti più attesi tra i tifosi (almeno uno tra Icardi e James), stenta a decollare la campagna abbonamenti del Napoli nonostante i super prezzi applicati dalla società. L’edizione odierna de Il Corriere dello Sport fa il punto sui dati ufficiali al periodo attuale sugli abbonati, numeri che probabilmente saranno destinati a crescere ai rientri dalle vacanze e dall’avvicinarsi al nuovo campionato:

La prossima tappa, manco a dirlo, è la soglia dei diecimila abbonati, che già darebbe un senso a questa campagna, rilanciata dopo un anno di sosta parziale, visto che a gennaio, per il girone di ritorno e l’Europa League, ci fu la possibilità di aprirla. Il San Paolo rimesso a nuovo è un volano, ma fino ad ora, complice le vacanze, il dato è stato abbastanza stringato: novemila tessere sin qui vendute, certo molte di più del 2017-2018 (6.934) ma anche delle due stagioni precedenti (mai sopra le settemila). Ma stavolta c’è più tempo, perché il Napoli giocherà fuori casa le prime due gare, per completare i lavori allo stadio, e poi ci saranno altri quindici giorni a disposizione, prima del debutto con la Sampdoria”.