Traoré, Demiral e compagni, il Sassuolo si difende dalle accuse di ‘satellite’ Juve: “Quando ci sono i bianconeri viene tutto troppo rimarcato…”

I più maliziosi avranno storto il naso all’ennesimo ‘scambio di favori’ tra Juventus e Sassuolo, che hanno di recente aggiunto Traoré e Demiral alla lunga lista di affari svolti in sinergia con giocatori parcheggiati qua e là, prestiti, diritti di recompra e chi più ne ha più ne metta. I gialloverdi non ci stanno, e attraverso il direttore sportivo Giovanni Rossi, hanno voluto rispondere alle accuse a chi muove continue critiche a questa tipologia di affari che il Sassuolo fa con la Juventus:

“In questo momento si è creato un meccanismo che qualsiasi tipo di giocatore prende il Sassuolo dicono che di mezzo ci sia la Juve. Senza dubbio abbiamo buoni rapporti, ma è così con tutti; facciamo affari anche con società europee e con diverse società più grandi di noi, alla lunga questo lavoro verrà riconosciuto. Le dicerie non si fermeranno mai, a noi interessa solo avere giocatori forti per il nostro progetto; basti pensare che gli ultimi affari sono stati fatti con Inter, Roma, Borussia Dortmund, ma quando c’è di mezzo la Juve viene sempre troppo rimarcato”.