LA CHIAVE TATTICA – Frosinone ultime sgroppate sulle fasce per non abbandonare la Serie A! Ancelotti chiede risposte…

La redazione di MondoNapoli si occuperà ogni settimana dei punti forti e deboli del Napoli e dei suoi rispettivi avversari cercando si “leggere” in anticipo la partita sotto l’aspetto puramente tattico. 


FROSINONE-NAPOLI:

QUI FROSINONE:
Esercitazioni tecnico tattiche e partitella a campo ridotto per la squadra di mister Baroni che questa mattina è scesa in campo alla Città dello Sport.
Cassata ha svolto l’intera seduta in gruppo, ai box Salamon e Viviani.
Nel match in programma domenica alle 12:30 contro il Napoli, nel Frosinone non ci sarà Camillo Ciano, squalificato per un turno dal giudice sportivo. Per schierare la squadra con il 3-5-2 dunque, mister Baroni dovrà scegliere tra due dei quattro attaccanti a sua disposizione. Federico Dionisi sta sempre meglio e vorrebbe giocare dal primo minuto ma per il momento sembra improbabile un suo impiego dall’inizio. Ad oggi infatti, contro il Napoli giocheranno in attacco dal primo minuto Pinamonti e uno tra Ciofani e Trotta.

PUNTO FORTE: Occhio alle sgroppate sulle fasce da parte dei laterali di Baroni che proveranno a fornire palloni in area agli attaccanti molto bravi di testa anche se questo non è servito durante la stagione visto che la retrocessione potrebbe arrivare già domenica con 4 turni di anticipo.

PUNTO DEBOLE: FRAGILITA’ DIFENSIVA
– Dal punto di vista tecnico il Frosinone pecca non avendo qualità tecniche importanti. In difesa sopratutto Baroni dovrà fare un lavoro certosino per impedire quanto più possibile gli inserimenti degli azzurri e provare a limitare i danni.


QUI NAPOLI: Ancelotti vuole blindare il secondo posto e lo farà con i suoi uomini migliori per dare e ricevere risposte che sono mancate in queste ultime settimane. Con Chiriches out sarà Maksimovic o Luperto ad affiancare Koulibaly mentre in mediana spazio ai titolari. I terzini sono il vero enigma con Rui e Malcuit in vantaggio sui compagni di reparto mentre in attacco spazio ancora a Mertens e Milik con Insigne ancora affaticato al muscolo della coscia.

PUNTO FORTE – QUALITA’ TECNICHE: La differenza tecnica tra le due compagini è evidente ma non basterà a portare il risultato a favore del Napoli. Senza lo spirito giusto si rischiano altre figuracce che non ci si puo’ permettere. D’Altro canto basterà far girare velocemente il pallone e trovare qualche soluzione da fuori per poter sfondare il muro ciociaro gia’ troppe volte infilzato durante l’anno.

PUNTO DEBOLE – FATICA (FISICA E MENTALE) – A questo punto della stagione la spia della riserva è accesa ed il Napoli farà bene a riattaccare la spina mentale per non perdere quel secondo posto che ad oggi è comunque un ottimo risultato viste le griglie iniziali. Occhi aperti quindi contro un Frosinone che domenica si gioca la permanenza in Serie A.