Gazzetta: “Il San Paolo contesta tutto e tutti! Tra la rottura con Insigne e la rosa corta…”

Due sconfitte consecutive: non era mai capitato in questa stagione. La Pasquetta napoletana è stata funestata dal maltempo e dalla resa del Napoli. L’ incantesimo s’ è rotto, il San Paolo ha contestato tutto e tutti, non ha risparmiato nessuno, Ancelotti compreso, al quale la curva B ha dedicato uno striscione tagliente: «Sarri uno di noi», è stato scritto dagli ultrà. Qualcosa non funziona più, probabilmente la tifoseria è stanca di dover sempre inneggiare al nulla. Il secondo posto, d’ accordo, ma che soddisfazione si può provare quando la prima ti ha distaccato di 20 punti? Intanto, la sconfitta con l’ Atalanta ha evidenziato l’ involuzione della squadra. «Per un’ ora abbiamo fatto molto bene. Poi col pareggio è diventato tutto più difficile anche a livello psicologico», ha detto Carlo Ancelotti.

ROTTURA INSIGNE L’ esclusione di Insigne ha destato qualche perplessità. L’ impressione è che il capitano sia stato tenuto in panchina per punizione dopo i fatti accaduti giovedì con l’ Arsenal al momento della sostituzione. Ancelotti non ha gradito l’ atteggiamento dell’ attaccante che l’ ha accusato di averlo cambiato dopo un errore e, dunque, di averlo esposto alla contestazione della gente. La versione dell’ allenatore è di tutt’ altro tenore: «Ha giocato tre partite in una settimana, le due con l’ Arsenal e col Chievo. C’ è stato grande dispendio fisico, ho voluto preservarlo, sarà pronto per le prossime partite. Lorenzo è un patrimonio importante, deve tornare ai suoi livelli. Tutti noi l’ aspettiamo». Già le prossime partite. Dovrà evitare altri incidenti di percorso, il Napoli, se vuole chiudere al secondo posto, perché l’ Inter è a 6 punti e alla penultima giornata ci sarà lo scontro diretto al San Paolo. «Deluso? Sì, sono dispiaciuto. Il calcio è questione di attimi e quando non sei al 100 per cento l’ attimo ti sfugge».

ROSA CORTA Il calo dei centrocampisti sta creando i maggiori problemi. Allan, Fabian Ruiz e Zielinski non hanno ricambi. «Nella seconda parte di stagione abbiamo perso qualcosa, ma non penso sia dipeso dal fatto che siano andati via dei calciatori. Abbiamo perso motivazioni e spirito. Ora pensiamo a blindare il secondo posto e poi all’ anno prossimo, prendendo spunto dal fatto che la prima parte di stagione è stata buona e la seconda meno buona. A questa squadra bisogna dare continuità. Qualche aggiustamento dal mercato ci sarà», ha osservato Ancelotti.