Il Genoa celebra lo storico gemellaggio con il Napoli: “È una festa dal 1982”

Sempre più forte il gemellaggio tra Napoli e Genoa. I tifosi del grifone nel match infrasettimanale contro l’Inter hanno difeso il popolo partenopeo, attaccato per l’ennesima volta dai tifosi nerazzurri tramite cori discriminatori. Inoltre il Genoa ha parlato del gemellaggio attraverso il sito ufficiale del club:

“Una comunione nata il 16 maggio del 1982. Da una partita in cui il Genoa agguantò al San Paolo, a un pelo dal fischio finale, una salvezza che sapeva di scudetto. Mario Faccenda, oggi un apprezzato osservatore, firmò quel gol del 2-2 passato alla storia. Da allora, è una festa. Tra alti e bassi come si conviene a tutti i rapporti. Una festa che viene celebrata a suon di cori condivisi e striscioni chilometrici. ‘Iamme’. Con una pizza marinara o un piatto di trofie consumati insieme alla vigilia. Magari pure nel ricordo dell’ultima promozione, guarda un po’ il destino, centrata a braccetto nel giugno 2007. Con l’invasione poi in Piazza De Ferrari. Nord e Sud. Napoletani e Genoani. Le facce della stessa mela intorno ai campi di calcio.”

Articolo precedenteCagni: “L’Empoli andava al 110%, per il Napoli è un periodo particolare. L’obiettivo è la Coppa”
Articolo successivoFontana su Insigne: “Vuole sentirsi coccolato, è un giocatore straordinario e giocherebbe in qualsiasi big europea”