CdM: “Verdi e Diawara, talenti ancora da monitorare”

«Non ci saranno rimandati ma soltanto promossi e bocciati», disse Ancelotti nei panni del professore, De Laurentiis, che potrebbe essere il preside nella metafora scolastica, ha condiviso la linea del suo docente tanto apprezzato e ha spiegato: «Il bilancio per il Napoli è positivissimo perché con un cambio di allenatore si cambia mentalità di gioco. Grazie ad Ancelotti, abbiamo sperimentato tutte le potenzialità di tutti i giocatori e quindi abbiamo anche fatto tesoro di chi è più corretto per il gioco di Ancelotti e chi invece, pur essendo un grandissimo campione di grandi prospettive, forse è meglio che giochi da qualche altra parte». Il minutaggio, quando la stagione entra nelle fasi conclusive, è una traccia delle scelte compiute dall’ allenatore.

Verdi e Diawara, due giocatori costati complessivamente al Napoli in sede di mercato circa 40 milioni, hanno totalizzato insieme 1509 minuti, circa 300 in meno rispetto al secondo portiere Ospina e poco più di Hamsik che è in Cina da quasi due mesi. A gennaio ci sono stati dei sondaggi per Verdi anche dalla Bundesliga ma il Napoli non ha neanche preso in considerazione l’ ipotesi di cederlo e confida nella sua volontà di riscatto, di dimostrare ad Ancelotti e al Napoli di meritare l’ investimento fatto. I due infortuni muscolari rimediati tra ottobre e novembre gli hanno tolto delle opportunità, Verdi è a quota 539 minuti, meno anche di Karnezis, soltanto Luperto, Rog, Chiriches e Younes hanno giocato meno. Diawara non è mai riuscito a trovare continuità ma nella stagione in corso finora è stato impiegato meno che con Sarri (122 minuti in meno rispetto ad un anno fa). Il test della prossima settimana potrebbe far capire se riuscirà a rientrare per le ultime gare della stagione .

Articolo precedenteAlvino: “Fabian abile ed arruolabile per domenica!”
Articolo successivoFornals-Napoli, si lavora ad uno sconto sulla clausola