Krol, parole da brividi: “I quattro anni in azzurro i più belli della mia carriera! Napoli era qualcosa di grande!”

Ruud Krol, ex difensore azzurro, ha rilasciato un’intervista ai microfoni del Corriere della Sera. Ecco i passaggi principali:

Lei arrivò a Napoli nel 1980. Fu un colpo di fulmine reciproco?
«Quei quattro anni sono stati i più belli della mia carriera».

Più belli anche di quelli del calcio totale?
«Sì, perché la passione e l’ambiente che ho trovato in Italia erano del tutto nuovi per me. Sono rimasto folgorato. Avevo parlato con Bearzot prima di arrivare. E anche con Tardelli, Rossi e Cabrini. Credevo di sapere cosa aspettarmi, ma Napoli era qualcosa di ancora più grande».

Il ricordo più forte che ha dell’Italia qual è?
«Il calore delle persone. Ancora oggi quando vado a Napoli mi riempiono di affetto. Molto più che ad Amsterdam».