Mauro e la punizione di Maradona: “Ero in barriera, Pecci incredulo…”

L’ex centrocampista di Juventus e Napoli, Massimo Mauro, alla Gazzetta dello Sport, ricorda la punizione a due in area di Diego Maradona contro i bianconeri. Il centrocampista calabrese era in barriera davanti a Tacconi:

 “Dire che me lo gustai da vicino sembra esagerato: era pur sempre il gol che ci faceva perdere dopo otto vittorie consecutive. Però in realtà fu così: io della famosa punizione a due in area di Maradona, il gol con cui il Napoli batté la Juve 1-0 il 3 novembre 1985, fui uno spettatore privilegiato. Molto privilegiato: perché ero in barriera”.

“A meno di cinque metri da Diego, e da Pecci che si domandava se Il Pibe non fosse impazzito a chiedergli di passargli la palla. Così vicino da essere tranquillo: “Non può farla passare sopra: è contro le leggi della fisica”. Ma Diego era la legge del calcio: decise quando la palla doveva alzarsi e quando doveva abbassarsi e noi lì, in barriera, a chiederci come. Delusi, neanche arrabbiati: c’è poco da arrabbiarsi, quando uno ti segna un gol così”, ha racconto Mauro.

Articolo precedenteNapoli-Juventus, quote della sfida
Articolo successivoChiariello: “Barella fortissimo, ma non accetta il Napoli. Sapete qual è il motivo?”