LA CHIAVE TATTICA – Maran senza uomini chiave ma occhio alla mediana. Napoli occorre ritrovare subito le motivazioni!

La redazione di MondoNapoli si occuperà ogni settimana dei punti forti e deboli del Napoli e dei suoi rispettivi avversari cercando di “leggere” in anticipo la partita sotto l’aspetto puramente tattico.

QUI CAGLIARI: Maran deve fare a meno di uomini chiave come Ceppitelli e Srna squalificati più la quasi sicura assenza di Pavoletti che non guiderà l’attacco sardo. Rientra invece Barella che insieme a Ionita andrà a formare una mediana tutta tenacia per innescare le punte sarde.

PUNTO DI FORZA: PALLE ALTE- Il Cagliari è la squadra che segna di più di testa anche se mancherà il suo ariete PAvoletti ci saranno ottimi saltatori come Cerri, Andreolli e Pisacane. OCchio quindi ai calci piazzati che potrebbero essere a favore degli uomini di Maran.

PUNTO DEBOLE: DIFESA INNOVATA – Maran perde due uomini importanti in difesa come Srna e Ceppitelli per questo il collaudo della difesa che sarà per metà nuova potrebbe essere la spada di democle dei sardi che potrebbero subire rispetto alla collaudata macchina azzurra.

QUI NAPOLI: GLi azzurri devono voltare pagina dopo la deludente uscita di scena in Champions. Ancelotti ruoterà ancora uomini a causa anche di qualche defezione subita in campo europea con Mertens e Mario Rui usciti malconci dalla sfida di Liverpool. In rampa di lancio ancora Meret, Malcuit, Zielinski e Milik con il bomber polacco a far da partner ad Insigne.

PUNTO DI FORZA: FRESCHEZZA ATLETICA- La rosa del Napoli è ampia e permette di variare senza mai perderne in qualità per questo chi scenderà in campo a Cagliari avrà nelle gambe la freschezza e la voglia per fare bene. Occhio agli inserimenti di Zielinski in mediana anche se puntiamo sulla voglia di riscatto di Callejon per una prima gioia del gol in campionato.

PUNTO DEBOLE: RITMO BASSO A CENTROCAMPO: Dalla mediana possono venire i veri pericoli per gli azzurri che di fronte alla voglia di figurare dei sardi puà soffrire il dinamismo di gente come Barella e Ionita. Per questo occhi puntanti in mezzo al campo dove le seconde palle e i tiri dal limite possono essere arma vincente per indirizzare la partita a favore degli uomini di Maran