Chiariello: “Il turnover serve, Ancelotti fa bene. Così arriveremo vivi nel finale”

In onda a “Un Calcio Alla Radio”, trasmissione di Radio CRC, è intervenuto Umberto Chiariello. Queste le sue dichiarazioni:

“Oggi sono abbastanza scettico o forse osservatore esterno rispetto ad una pagina di giornale pubblicata stamattina. Questa mattina c’è stata un’inchiesta giornalistica che mostra l’inutilità del turnover. Si è fatto uno studio e si è visto che evidentemente alla fine il buon Sarri aveva ragione. Il turnover non produce risultati positivi, anzi.

Vincono le squadre che fanno meno turnover come il Leicester di Ranieri e altre situazioni. Poi c’è un articolo dedicato ad Ancelotti che è il re del turnover. Il Napoli in questa classifica è la squadra che ne ha fatto più di tutti, ha solo il Bologna di Inzaghi davanti a sé. Questo mi fa pensare che il Bologna faccia un scelta folle, perché il turnover serve a chi alle coppe. Anche Prandelli dice che chi non ha le coppe e fa turnover sbaglia di brutto. Io sono d’accordo con Ancelotti, condivido questa sua scelta e penso che arriveremo vivi nella fase cruciale della stagione, quando serviranno molte risorse e tutti quelli  coinvolti nel progetto saranno pronti. E quando ci sarà bisogno ti girerai dietro, non trovando il vuoto come accadde con Sarri”.

Articolo precedenteDavid Ospina, la freddezza del colombiano tra i segreti degli azzurri
Articolo successivoCapuano su Llorente: “Spero che il Napoli faccia un colpo diverso, è arrivata l’ora di crescere”