IL PUNTO FORTE – Tonico Hysaj

Il Napoli vince ancora una volta in rimonta contro una volitiva Lazio e ritorna in testa alla classifica italiana. La banda Sarri è autrice di una splendida partita e annichilisce la formazione di Inzaghi con un poderoso 4-1. Tutta la squadra si è ben comportata ma quelli che si sono maggiormente distinti sono stati Hysaj, Koulibaly, Callejon e Insigne.

La gara di Hysaj è stata a dir poco spettacolare, ha macinato chilometri su chilometri ed ha asfaltato chiunque si sia mosso sulla sua fascia di appartenenza. Quella contro la Lazio è stata una delle migliori partite da quando l’albanese gioca con la casacca azzurra. Inossidabile nella funzione difensiva, addirittura straripante quando accompagna l’azione d’attacco.

Grande partita anche di Koulibaly che ha fatto coppia con il redivivo Tonelli. Il senegalese riesce a contenere con le buone e con le cattive Immobile, ma riesce ad impostare egregiamente anche l’azione propulsiva, il vero e proprio padrone della difesa azzurra, uno dei migliori marcatori che il Napoli abbia mai avuto.

Buona prestazione anche di Callejon. Aldilà dello splendido gol messo a segno, si sacrifica enormemente per la squadra, sia in fase di copertura che in quella di raccordo, aiutando sempre il compagno in difficoltà. Da quando è a Napoli ha saltato pochissime partite, il vero uomo simbolo delle teorie sarriane. Avrebbe solo bisogno di rifiatare ogni tanto.

Discreta partita pure di Lorenzinho. Si danna l’anima per far saltare la difesa laziale, cosa che gli riesce spesso, imbeccando i compagni di reparto con assist perfetti che devono solamente essere finalizzati adeguatamente. E’ autore di un paio di azioni mirabili che non gli danno la soddisfazione della rete solo per un’inezia. Quando è in queste condizioni è veramente il leader tecnico della formazione di Sarri.

Quindi in definitiva il Napoli risponde prontamente alla Juventus e si riprende la testa della classifica, quest’anno la squadra appare molto più matura per lottare fino alla fine per il titolo.