BEPPE VIOLA – Atalanta – Napoli, Peli allo scadere: è 3-2 per gli orobici

Inizia male la 46esima edizione del Torneo “Beppe Viola” Città di Arco per il Napoli, che cede allo scadere contro l’Atalanta, campionessa in carica.
La squadra di Carnevale se la gioca alla pari ma deve soccombere al gol di Peli a trenta secondi dalla fine. Una beffa, per gli azzurri, che hanno dato vita a una partita gradevole, equilibrata e combattutta fino alla fine.

Il primo pericolo del match è firmato Labriola, che scalda i guantoni a Boccignone con un bel tiro dalla distanza, dopo aver saltato due avversari. Al 10′ il Napoli vanno in gol con un’azione sontuosa di Palmieri che s’invola sulla fascia annullando la difesa ospite e batte Bocciglione con un preciso diagonale di sinistro. Non passano neanche due minuti e l’Atalanta ristabilisce la parità con Rinokazi, che raccoglie un pallone vagante in area partenopea e lo deposita alla spalle di Maisto. Proprio lo stesso Rinokazi ci riprova tre giri di lancette più tardi, ma Maisto gli dice di no. Il Napoli accusa il colpo e l’Atalanta ne approfitta: al 17′ gli orobici vanno vicini al vantaggio con un siluro rasoterra di Isacco, che impegna severamente Maisto. L’ultimo lampo della prima frazione di gioco lo firma Labriola con un piazzato di sinistro, una telefonata per Bocciglione che raccoglie la sfera.

Nella ripresa i ritmi calano, ma il match si mantiene equilibrato, fino al 15′, quando l’Atalanta ottiene un rigore a dir poco dubbio, con Maisto che tocca il pallone e non Rinokazi, come invece sostenuto dalll’arbitro. Sul dischetto, lo stesso numero 9 nerazzurro batte l’estremo difensore azzurro.
Il Napoli non ci sta e pareggia dieci minuti più tardi con una zampata del neoentrato Illuminato, che porta le squadre sul 2-2.
Non è finita perchè al 39′, in pieno overtime, il tap-in di Peli regala una vittoria preziosa all’Atalanta, tra la grande delusione del Napoli, cui va dato il merito, come detto in apertura, di aver combattuto ad armi pari con la campionessa in carica.

Il tabellino del match:

ATALANTA – NAPOLI   3-2

RETI: 10’pt Palmieri (NAP), 12’pt e 15’st rig. Rinokazi (ATA), 25’st Illuminato (NAP), 35’+4’Peli (ATA)

ATALANTA: Boccignone, Vedovati, Frana, Isacco (33’st Kraja), Heidenreich, Cavalli, Pedrini (21’st Peli), Da Riva (28’st Rinaldi), Rinokazi, Kulusevski, Losa (28’st Cambiaghi).
Allenatore: Massimo Brambilla

NAPOLI: Maisto, Pelliccia, Pizza (34’st Rea), D’Alessandro, Bartiromo, Senese, Messina (31’st Manzi), Energe (10’st Illuminato), Pirone, Labriola, Palmieri (29’st Calvano).

Allenatore: Massimo Carnevale

NOTE: atmosfera primaverile, ammonito Maisto per gioco scorretto, recupero 0′ e 6′

Articolo precedenteLady Callejon: “Inizialmente ho pianto tanto, poi ho conosciuto la città e i suoi cittadini”
Articolo successivoMertens-Inghilterra: contatto avvenuto? E intanto dall’entourage arrivano le smentite