Ora sì: testa a Madrid!

Quella contro il Genoa è una di quelle partite che, di solito, si dice che il Napoli deve vincere. Lo ha fatto non con tranquillità, sia chiaro, ma il cinismo e la voglia di chiudere la gara hanno prevalso su un Genoa arcigno e compatto in difesa. I colpi dei campioni, però, sono arrivati tutti nel secondo tempo con Mertens che ha aiutato i compagni ad andare in gol. Prima un super Zielinski, centrocampista tuttofare ed, infine, l’assist al bacio per il primo gol in campionato di Giaccherini.

La sfida contro il Real Madrid sembrava incombere durante la frazione di gioco iniziale, poca attenzione, gli azzurri hanno lasciato i “gemelli” rossoblu liberi di attaccare con una facilità disarmante. Una gara, dunque, difficile soprattutto dal punto di vista psicologico perché fra solo 5 giorni si scriverà la storia. Sbagliare sarebbe stato delittuoso.

Una partita fondamentale, dunque, dopo il mezzo passo falso contro il Palermo che aveva scosso un po’ l’animo dei tifosi dopo un periodo tanto positivo per gli uomini di Sarri.
Da allora due vittorie e la (ri)conquista del San Paolo, quest’anno fortino meno inespugnabile finanche per le più piccole.
Bene, anzi benissimo. L’umore è a cinque stelle, come il match che si disputerà fra poco.
Ora sì: testa a Madrid!

Articolo precedenteGiaccherini ripaga la fiducia di Sarri e firma il 2-0 col Grifone: “Genoa tosto da affrontare, ora andiamo a Madrid nel nostro momento migliore!”
Articolo successivoTop&Flop – Napoli-Genoa: 2-0, il migliore in campo scelto dalla redazione di MondoNapoli è …