Top&Flop – Oggi gli azzurri si sono contesi il ruolo di peggiore in campo: secondo la redazione di MondoNapoli ha vinto …

Il peggiore Napoli della stagione cade meritatamente a Bergamo contro una buona Atalanta che porta a casa bottino pieno grazie ad un gol di Petagna che approfitta di un disastro della retroguardia azzurra. I neroazzurri, dopo il vantaggio, si barricano dietro aspettando una reazione degli ospiti che non arriverà mai e portano a casa tre punti senza troppi patemi d’animo.

Oggi tra gli uomini di Sarri sembra sia nata una competizione per accappararsi il ruolo di flop della nostra rubrica. Diversi sono i giocatori che hanno duramente cercato di spiccare come peggiore in campo, segnaliamo di seguito quelli più degni di nota e anche il vincitore di questo non felicissimo contest: Ghoulam, che confeziona assieme a Koulibaly un prezioso regalo per il centravanti bergamasco che ringrazia e batte Reina; Hamsik, che cerca anche di tirare in porta ma non riesce ad avvicinarsi neanche al bersaglio; Hysaj, che soffre tremendamente Gomez; Jorginho, che forse ci ha abituato troppo bene nelle precedenti partite e quindi ci dà la consapevolezza che può fare di più; Mertens, che è entrato in campo dando più una mano agli avversari che ai propri compagni di squadra.

Tuttavia, aspettandoci di più anche da Milik, abbiamo selezionato come peggiore in campo Lorenzo Insigne: il talento di Frattamaggiore dopo la richiesta di rinnovo con adeguamento non è più lo stesso. Probabilmente per lui c’è un problema principalmente di testa, oggi è stato protagonista di una prova insufficiente e poco concreta. Sappiamo che può fare di più, quest’anno gli azzurri hanno bisogno che il numero 24 torni quantomeno ai suoi livelli.

Per quanto riguarda invece il migliore bisogna andare per esclusione e quindi, scartando Reina che non ha fatto granché di positivo ma quantomeno non ha combinato disastri, abbiamo selezionato Piotr Zielinsky. L’ex Empoli ha giocato una discreta partita, i suoi strappi in avanti si sono visti anche oggi e il recupero su Grassi, che andava spedito verso la porta azzurra, è degno di lode. Anche lui oggi ha commesso degli errori ma sicuramente molti meno dei compagni e soprattutto ha mostrato impegno e valore anche in una partita niente affatto felice della sua squadra.

Articolo precedentePAGELLE MN: Affonda il Napoli, tutti colpevoli! Zielinski ultimo ad abbandonare la nave…
Articolo successivoIl commento della SSC Napoli: “Primo ko in campionato. Assalto continuo, ma senza concretizzare…”