Da sogno ad incubo, l’anno orribile di Benitez finisce con la retrocessione…

Il sogno di una vita cominciò quasi un anno fa. Prima del catastrofico finale di stagione, mancato terzo posto e semifinale persa con il Dnipro, Benitez era già ad un passo dal Real Madrid. Il top club tanto ambito, lì dove lo spagnolo è cresciuto. Inizio non facile, con il rapporto con i senatori della squadra non proprio idilliaco, ma era appoggiato dalla società. Ma il 0-4 subito in casa con il Barcellona, fece cambiare tutto. E così l’ex tecnico del Napoli lascia la capitale spagnola…

Pochi mesi di riposo, perché una squadra storica inglese punta tutto su Benitez. Ecco che allora il Newcastle affida le sue speranze salvezza all’esperto tecnico, che in passato aveva già allenato in Inghilterra sulle panchine del Liverpool e del Chelsea, con ottimi risultati, anche se nella seconda esperienza con tanti problemi con la società londinese. L’avventura con Magpies però finisce molto male. Nessuno balzo in avanti in classifica e vista la vittoria del Sunderland nell’ultimo turno, il Newcastle retrocede in Championship.

Poteva andare peggio all’ex Napoli? Purtroppo sì… Perché dopo aver lasciato il Real, i Blancos, guidati dall’inesperto Zidane, sono riusciti a raggiungere la finale di Champions League e sono pronti a giocarsi lo scudetto all’ultima giornata con il Barcellona.