Cronache di Napoli – Il Napoli potrebbe esser costretto a sfrattare…

La famiglia Coppola e il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ai ferri corti. Il proprietario dei terreni sui cui è sorto il Centro Sportivo, utilizzato dal club azzurro in fitto, vorrebbe che la squadra si spostasse e lasciasse libero lo spazio. Il perché va ricercato nel fatto che adesso alla famiglia Coppola quei terreni servono di nuovo. La ripresa dei lavori al porto di Pinetamare, resa possibile dall’intervento di investitori cinesi, induce la famiglia Coppola a ridiscutere l’accordo con De Laurentiis, perché dal punto di vista economico, adesso nell’area nella provincia di Caserta, si apriranno nuove opportunità. Infatti Coppola rivorrebbe i terreni ceduti in fitto al Napoli per costruire nuovi campi da golf, così da rilanciare l’economia di un’area ‘particolare’. A invogliare la famiglia Coppola a chiedere a De Laurentiis di trovarsi un’altra sistemazione pare ci sarebbero anche dei mancati pagamenti del fitto. Secondo i ben informati, pare che negli ultimi mesi la famiglia Coppola abbia sollecitato varie volte il produttore cinematografico a versare le quote. Però al momento pare non abbia ancora ricevuto risposta. E l’ammontare degli arretrati continua ad aumentare. Da quando c’è stato l’ok alla ripresa dei lavori al porto pare ci sarebbero già stati diversi colloqui tra la famiglia Coppola e De Laurentiis, nel corso dei quali pare che i proprietari dei terreni su cui è nato il centro abbiano già fatto intendere la volontà di utilizzare l’area per altri scopi. Nel frattempo i funzionari del Comune di Castel Volturno si sono già attivati nella controversia tra i Coppola e De Laurentiis, nonostante si tratti di un accordo tra privati. Infatti l’amministrazione comunale di Castel Volturno spera che il Napoli resti nel Centro inaugurato del 2006. Nel caso Coppola insistesse affinché gli azzurri lascino la struttura nei pressi del Marina di Castello Resort, che al momento riceve soltanto i benefici di uno scambio pubblicitario, a quel punto dal comune di Castel Volturno partirebbe la proposta di trasferire il Napoli a Villa Literno, comune limitrofo. Già individuata l’area dove potrebbero trasferirsi prima squadra e giovanili. Prima o poi il club dovrà pur dotarsi un Centro Sportivo di sua proprietà.

Articolo precedenteCristiano Giuntoli ha spazzato via lo scetticismo iniziale: ecco i colpi che lo dimostrano
Articolo successivo“Hamsik sta ritornando al top. Ecco chi può diventare il nuovo Pirlo…”