Editoriale – Quando i fiori non sbocciano solo in primavera, come in quel Napoli-Samp…

In genere è così: i fiori sbocciano in primavera e si appassiscono in autunno. In genere, appunto, non sempre. A volte succede il contrario: basta mandare indietro la memoria al 16 settembre 2007, giorno in cui ne è sbocciato uno di immensa bellezza di nome Napoli. Probabilmente la data non la ricordano tutti, ma la “storica” partita disputata in quel di Fuorigrotta la rimembrano anche i meno longevi. Parliamo di Napoli-Sampdoria, terminata per 2-0 in favore degli uomini di Reja. Una data importante se si considera che si registrano, nella stessa, la prima vittoria casalinga nella massima serie dell’era De Laurentiis ed il primo gol azzurro del capitano Marek Hamsik, tra l’altro uno dei più belli della sua carriera.

Di anni ne sono passati otto e le emozioni, le gioie e le imprese che hanno attraversato la memoria ed il cuore dei tifosi azzurri da allora sono infinite. Un continuo crescendo: dall’inferno chiamato serie C alla A, passando ovviamente per il “purgatorio” serie B. Dalle prime stagioni da matricola fino alla Champions, senza dimenticare le due Coppa Italia conquistate e la Supercoppa Italiana vinta contro la Juventus lo scorso dicembre. Una macchina che ha incominciato a funzionare alla perfezione proprio in quel caldo pomeriggio di settembre. Nella prima di campionato, infatti, gli azzurri furono sconfitti dal Cagliari al San Paolo per 2-0; sette giorni dopo, però, gli uomini di Reja sbalordiscono tutti stravincendo ad Udine per 5-0! Una vittoria memorabile che fu seguita a ruota da quella contro la Samp.

Il verdetto fu chiaro, come ammise dopo il fischio finale il giornalista di Sky Sport Gianluca Di Marzio, commentatore della partita quella domenica: “La serie A, è avvisata: è tornato un grande Napoli!”. Una profezia che i fatti non hanno smentito. Da allora sono cambiati dirigenti, staff tecnico e calciatori; l’auspicio dei tifosi è che non cambi la storia: vittoria contro i doriani e piede sull’acceleratore, perchè in questo campionato ci sarà da correre. Napoli, are you ready?

Adriano Arpaia

Riproduzione riservata

 

 

Articolo precedenteFOTO – Domani sera amichevole di lusso tra Napoli Primavera e Football Club Sorrento: ecco tutte le informazioni sul match
Articolo successivoLa maratona del mercato: ecco gli ultimi affari in dirittura d’arrivo