VIDEO – Alla scoperta di nuovi talenti… Quarta tappa: Svizzera!

Per la nostra rubrica settimanale sui giovani talenti europei, questa settimana parliamo di un giovanissimo protagonista del campionato svizzero, ma protagonista anche in Champions League martedi scorso. Si tratta di Breel Donald Embolo, calciatore svizzero d’adozione ma di origini camerunensi, nato a Yaoundè (Camerun) il 14 febbraio 1997. Inizia a muovere i primi passi da calciatori con le squadre giovanili di Nordstern e Old Boys, entrambe situate a Basilea.

E proprio nel 2010 si trasferisce nella squadra più importante svizzera, ovver l’FC Basel 1893. Dopo una lunga militanza nel settore giovanile dei campioni di Svizzera, dove risulta essere un calciatore molto duttile visto il suo essere impiegato sia come centrocampista offensivo, sia come attaccante, ma anche come esterno d’attacco, il giovane talento di colore esordisce in prima squadra il 13 marzo 2014 in un match contro il Red Bull Salzburg valido per i sedicesimi di Europa League. Per il suo debutto ufficiale nel campionato svizzero bisogna aspettare solo tre giorni, visto che il 16 marzo 2014 entra a partita in corso contro l’Aarau e sigla anche il gol del definitivo 5-0 dopo 4 minuti dal suo ingresso.

Inizia la stagione 2014/2015 da titolare o quasi, e conquista pian piano la fiducia del tecnico portoghese Paulo Sousa, ex calciatore di Juventus ed Inter, ed entra nella storia della Champions League il 4 novembre 2014, siglando una doppietta nel match casalingo contro i bulgari del Ludogorets Razgrad, diventando così il 6° calciatore più giovane a segnare una rete nella massima competizione europea per club.

Dopo questo exploit gli occhi di diverse squadre europee si sono posati su di lui, tra queste però, quella che sembra fare più seriamente di tutte è il Wolfsburg, squadra che è attualmente al 2° posto in Bundesliga. In Svizzera già aprono dibattiti sul se sia meglio tenerselo ancora per far lievitare ancora di più il prezzo o cederlo già quest’estate per fare cassa. Nel frattempo il ragazzo però sembra rimanere saldamente coi piedi per terra e dichiara di continuare a fare la vita di sempre e di voler terminare nel miglior modo possibile gli studi, questo è senz’altro un atteggiamento molto responsabile e maturo per un calciatore, che ricordiamo non è nemmeno 18enne, e sul quale dovrebbero riflettere molti giovani calciatori, in prospettiva campioni, finiti nel dimenticatoio o persisi per strada per l’essersi montati la testa troppo presto, come per esempio il nostro Mario Balotelli.

Per quanto riguarda il capitolo nazionale, Embolo ha già giocato diverse amichevoli con la selezione under 21 elvetica, ma non essendo ancora in possesso del passaporto svizzero non può ancora esordire in partite ufficiali, poi chiaramente potrebbe anche sorprendere tutti e decidere di rappresentare il Camerun, suo paese natìo.

Come nostra consuetudine vi lasciamo con un video, in cui sono raccolte alcune delle migliori giocate e alcuni gol del protagonista della nostra rubrica, questa settimana Breel Donald Embolo. Buona Visione!

Articolo precedenteIl Napoli dovrà fare a meno di Ghoulam
Articolo successivoParte la caccia al sostituto di Insigne: una nuova pista percorribile