Iezzo, tutto su Meret: “Sono stato duramente attaccato quando l’ho difeso”

Gennaro Iezzo è stato ospite di Umberto Chiariello a Radio Napoli Centrale. L’ex Napoli ha parlato in particolare di Alex Meret. Di seguito le sue parole:

Offendere è un’arma che in molti usano sui social questo perché a scuola non insegnano a rispettare il prossimo. Mi sento in dovere di consigliare ad Alex e alla sua famiglia di non rispondere alle critiche o agli insulti. In campionato e in Champions sta facendo vedere grandi cose ma questi personaggi aspettano un errore per tartassarti. Ho sempre pensato che negli ultimi 4-5 anni ha avuto troppo poco spazio per esprimere tutte le sue qualità. I tifosi devono capire che i calciatori vanno protetti e incitati a fare meglio soprattutto nei momenti peggiori e non insultarli. Io lo scorso anno ho ricevuto tante e tante critiche per aver detto che Meret è superiore a Navas e Kepa tecnicamente. Confermo tutto quello che dissi in passato, è bello da vedere e tecnicamente è molto forte. Non deve fermarsi perché può migliorare ancora molto. Meret è stato sottotono nelle ultime uscite dello scorso campionato perché non ha giocato con continuità. Il portiere ha bisogno di giocare sempre non va fatto turn over tra i pali. Non voglio dare la colpa ne a Gattuso ne a Spalletti, fosse per me incolperei solo gli addetti ai lavori che speravano nell’arrivo di Navas. Questa cosa è inconcepibile. Noi che abbiamo difeso Meret abbiamo guardato la situazione con lungimiranza”.

Iezzo è sempre stato un estimatore di Meret ed oggi è arrivata la conferma.

Articolo precedenteBeoni: “Molto felice che abbiano esordito in Champions Zerbin, Gaetano e Zanoli”
Articolo successivoBia: “Ormai non si parla più degli ex azzurri, che il Napoli ha sostituito benissimo in estate”