Cannavaro: “Scudetto? Ancora troppo presto! Su Insigne ed il mio Napoli dico questo”

L’ex difensore e capitano del Napoli, Paolo Cannavaro, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte per dire la sua sul periodo di forma del Napoli e non solo. Queste le sue parole: “Su Insigne sono stati fatti sin troppi commenti fino a questo momento. Mi sembrerebbe eccesivo caricarlo di ulteriori responsabilità, ne ha già troppe! Mi rivedo molto in lui, essere il capitano del Napoli non è tra i compiti più semplici del pianeta. Adesso bisogna lasciarlo lavorare, darà tutto fino all’ultimo giorno che vestirà questa maglia e ciò basta per continuarlo a supportare. Vuole lasciare il segno e potrà farlo solo se rimarrà tranquillo al 100%.

Scudetto? Anche il mio Napoli ci ha creduto parecchio. Erano anche campionati molto meno equilibrati di quest’ultimo. Affrontavamo la Juventus di Conte, il Milan di Ibrahimovic e non solo. Adesso gli azzurri hanno la possibilità di rimettersi nella stessa posizione in cui si trovavano prima dei due scivoloni in casa. Sarebbe una vittoria fondamentale, ma è ancora presto per parlare di titolo.

Il mio Napoli è stato quello, dati alla mano, meno ‘prezioso’. Eravamo un gruppo di buoni calciatori, alcuni dei quali sono diventati grandi proprio dopo quella esperienza. Un gruppo affiatato e compatto, tutto grazie a Mazzarri, non avevamo paura di affrontare anche squadre tecnicamente molto superiori. La nostra sfacciataggine ci ha portato davvero in alto ed il Napoli attuale dovrebbe prendere spunto da quella nostra peculiarità. Potrebbe aiutarli di molto anche perchè, la squadra odierna, è davvero fortissima“.

Articolo precedenteCoronavirus, il bollettino della Protezione Civile: i dati di martedì 10 febbraio
Articolo successivoRadio Punto Nuovo – Renica: “Il Milan è in vantaggio per la corsa scudetto!”