De Micheli smentisce Paratici: «Mi chiese un supporto per la cittadinanza di Suarez»

Oggi La Nazione ha pubblicato alcuni stralci dell’interrogatorio alla ministra per le infrastrutture e i trasporti, Paola De Micheli, sul caso Suarez. La ministra ha smentito Paratici, che disse di non aver mai chiamato la ministra.

Ecco alcune delle parole rilasciate dalla De Micheli durante l’interrogatorio:

Ricordo che durante il calciomercato fui contattata da Fabio Paratici. Premetto che, essendo piacentino e quasi mio coetaneo, è mio amico di infanzia e quindi abbiamo frequenti contatti. Mi contattò, mi pare il 3 settembre 2020, forse nel corso della mattinata. Mi disse che la Juve stava comprando Suarez e che l’accordo era quasi fatto“.

Paratici chiese aiuto alla ministra affinché Suarez ottenesse la cittadinanza:

Paratici mi spiegò che non aveva il passaporto italiano, non si erano accorti che non aveva il passaporto comunitario, cosa che era emersa a trattativa quasi conclusa e che quindi il requisito della cittadinanza era indispensabile per il buon fine dell’operazione. Paratici mi disse che anche che Suarez aveva già presentato domanda al Consolato italiano di Barcellona per l’ottenimento della cittadinanza ma che la domanda non si era completata e che era necessario verificare se si potesse in qualche modo completare l’iter, chiedendomi a tale fine un supporto. Io risposi che, non avendo competenza, avrei contattato il capo di gabinetto del Ministero dell’Interno, cosa che feci subito”.