Vazquez: “Maradona? Un genio del calcio. San Paolo tifo straordinario”

Martin Vazquez, ex calciatore del Real Madrid, ha ricordato Diego Armando Maradona ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli:

“L’ho affrontato la prima volta al mio esordio col Real contro il Barcellona e poi altre volte quando ho giocato contro il Napoli in Coppa Campioni, la prima al Bernabeu vuoto e dopo al San Paolo stracolmo, poi ancora quando ero al Torino fino all’ultima volta quando lui giocava nel Siviglia. E’ stato straordinario, uno dei più grandi. In quel periodo il calcio era più difficile di ora, doveva sempre sopportare delle marcature asfissianti e degli interventi molto più duri di quelli che si fanno adesso”.

“C’erano calciatori che giocavano al limite del regolamento, c’era sempre una sensazione di pericolo per noi avversari, eravamo ammirati e tutti volevano prendere qualcosa da lui. Mi sarebbe piaciuto tanto giocare insieme a Diego, quello che ha lasciato è qualcosa d’incredibile. A Napoli ha fatto felice tanta gente e so che per i napoletani è una perdita molto importante, rimarrà sempre nella testa di tutti per quello che ha fatto”.

“Ricordo la partita in Coppa Campioni a Napoli, appena arrivammo all’aeroporto già c’era un tifo incredibile, la notte prima della gara i tifosi fuori all’albergo fecero tanto rumore per non farci dormire. Giocare contro il tifo napoletano è difficile per tutti, fu una gara molto complicata. Per fortuna andò bene, Chendo fece una marcatura incredibile su Maradona, solo per quello riuscimmo a passare il turno. La sensazione che mi dava il San Paolo è sempre stata incredibile anche quando ci andavo col Torino, così come si viveva la gara in città. E’ facile per un giocatore venire a Napoli e vivere il calcio”.