Sconcerti: “Maradona giocatore universale ma Pelè è stato fedele alle istituzioni”

Il giornalista Mario Sconcerti nel suo editoriale per il Corriere della Sera si è soffermato sulla domanda più ripetuta di tutti i secoli: Maradona o Pelé? Ecco quanto dichiarato dal giornalista:

“Vorrei fare gli auguri a Pelè che giovedì compie 80 e tentare di rispondere con lui alla domanda di tutti: meglio lui o Maradona? In realtà è una domanda che non si pone. E’ molto televisiva perché crea dibattito, ma è come chiedere se è meglio il sesso o la Nutella. Sono due cose che possono comunicare, ma sono chiaramente due piaceri diversi. Pelè è stato di fondo un grande attaccante, ha segnato 1281 reti in 1363 partite documentate da referti arbitrali. Maradona ha giocato un terzo e segnato un quarto di Pelè, ma era il Giocatore Universale, costruiva da solo una squadra, un ambiente, una partita. E’ doloroso e sciocco cercare il migliore tra i più grandi, saranno sempre soltanto un’opinione. Pelè è stato un uomo delle istituzioni, fedele alle regole del calcio. Ma questa è la differenza dei tempi. Per il resto è corretto astenersi o fare come la Fifa che gli eletti insieme calciatori del secolo“.

Articolo precedenteSportitalia – Napoli, previsti tre cambi di formazione contro l’AZ. Le ultime su Mertens
Articolo successivoChampions – Atalanta show nei primi 45 minuti contro il Midtjylland