Gattuso: “C’è il rimpianto, ma che prestazione! Potevamo fare male al Barça. Devo ringraziare ADL, vi spiego. Su Pirlo alla Juve..”

L’allenatore del Napoli, Gennaro Gattuso, ha parlato ai microfoni di Sky Sport, dopo la sconfitta per 3-1 contro il Barcellona. Queste le sue parole:

Sulla prestazione del Napoli: “Il rimpianto c’è. Abbiamo avuto mezz’ora di blackout, e abbiamo preso tre goal incredibili. Abbiamo fatto la partita che dovevamo, li abbiamo messi in grande difficoltà. Anche se non abbiamo dato continuità nella personalità. Nei primi 5 minuti potevamo fare due goal. Se c’è una cosa che mi fa rabbia, è prendere goal su calcio d’angolo dal Barcellona. Oggi se leggi i dati non c’è partita: abbiamo avuto il doppio delle loro occasioni. Poi però c’è la mentalità, forse abbiamo pagato questo. Ma sono contento: potevamo vincerla”.

Su Setien: “Quello che ci siamo detti sono cose nostre. Lo seguivo molto già da Las Palmas e dal Betis. E’ un grande allenatore, gli ho rotto le scatole per un po’ di tempo”.

Sulle individualità: “Lo sapete meglio di me. Quando guadagni certe cifre, lo meriti. Oggi la differenza l’hanno fatta le individualità. Però io sono contento, abbiamo una squadra giovane che può diventare forte. Per questo devo solo ringraziare De Laurentiis. Dobbiamo crescere solo nella mentalità”.

Sul secondo tempo: “Quando è entrato Milik abbiamo cercato di crossare di più, perché è un giocatore che ti porta a farlo. E’ un giocatore che ha caratteristiche diverse”.

Sulla mentalità: “Sono un po’ deluso, perché vedendola dal campo potevamo fare qualcosa in più. Il Barcellona non sta benissimo, con un po’ di brillantezza mentale in più avremmo potuto fare meglio”.

Su Pirlo nuovo allenatore della Juve: “Adesso sono cazzi suoi! Adesso deve studiare e lavorare, beato lui che comincia dalla Juve. Gli faccio un grandissimo in bocca al lupo” (ride, ndr).