Prep.atletico Bordon: “Il vero problema per tutti i calciatori sarà il mancato allenamento con la palla al piede”

Napoli team during the italian Serie A soccer match Juventus FC vs SSC Napoli at Allianz Stadium in Turin, Italy, 31 august 2019 ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

“Le condizioni dei giocatori al termine di questo periodo di quarantena non saranno ottimali, ma di certo il problema più grosso non sarà l’aspetto fisico, che comunque hanno curato facendo allenamento a casa, bensì quello con la palla, o meglio senza. Nell’arco di 15 giorni si recupera  la condizione fisica, ma mancheranno le componenti specifiche del calcio. Ogni squadra avrà delle difficoltà a trovare la vecchia forma fisica e continuare a lottare per ciò che stava facendo prima, che sia lo scudetto, la salvezza, o le qualificazioni. Non ci saranno gap, tutte le squadre partiranno dallo stesso livello, poi dipende tutto dalla serietà dei ragazzi.Si può trovare in questo modo la componente necessaria per recuperare, magari dividendo le fasi: magari lavoro di forza individuale al mattino, poi lavoro con la palla al pomeriggio e la sera lavoro aerobico. Servirà un programma abbastanza leggero. È probabile che ci saranno problemi nei finali di partita, difficile che si riesca ad avere la stessa intensità e fiato”. Queste le parole del preparatore atletico Claudio Bordon,che durante la trasmissione di Radio Marte, ha espresso il suo parere in merito all’attuale forma fisica dei giocatori ed il loro graduale rientro in campo.

Ve ne avevamo già parlato qualche giorno fa, leggi qui.