Paolo Cannavaro: “Italiani troppo superficiali, Cina completamente diversa”

“Lo stato cinese ha capito, dopo ciò che è accaduto nei mesi scorsi, che non ci si può permettere di far rientrare in alcun modo il virus, ora hanno deciso di mettere in quarantena tutti coloro che vengono da fuori e lo reputo giusto. Io stesso ho fatto il tampone, ne sono risultato negativo ma comunque sono in quarantena preventiva per i prossimi 14 giorni, questa è la regola per batterlo. Questo virus va battuto non solo una volta, non è una sola partita ma un intero campionato. In Italia vedo ancora troppa superficialità cosa che in Cina non c’è stata”. Queste le parole di Paolo Cannavaro, intervenuto oggi ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, anche lui molto preoccupato della situazione che sta attraversando l’Italia.

Articolo precedenteJovic e Ninkovic smentiscono le accuse: “Stiamo rispettando la quarantena”
Articolo successivoBenvenuti: “Ho forti dubbi sulla ripresa del campionato il 3 maggio”