Rai, Coppola: “Ancelotti vuole delle certezze in campo, la lotta scudetto quest’anno non è mai esistita. Su Insigne…”

Storico volto e giornalista Rai, Gianfranco Coppola, ha parlato attraverso le frequenze di Radio Montecarlo Sport, dicendo la sua opinione in merito alle vicende che sta attraversando il Napoli:

La trattativa con l’Atalanta per Ilicic. “Servono garanzie nel cambiare pedine tra campionato e coppe, Ancelotti vuole delle certezze a prescindere dall’età del calciatore. Sarebbe un acquisto mirato per garantire robustezza e forza fisica e tecnico-tattica che è molto importante, Ilicic non sarebbe un acquisto sbagliato”.

Il poker rifilato all’Inter. “La lotta Scudetto non è mai esistita in questa stagione, credo che Ancelotti abbia pagato un po’ i suoi metodi di allenamento, differenti a quelli di Sarri. Poi ci sono calciatori non più giovanissimi come Mertens e Callejon, forse hanno pagato il fatto di aver giocato cento gare in un anno e mezzo. L’Inter ieri sera era completamente addormentata, c’è anche da dire che il Napoli ha voluto salutare il San Paolo facendo capire di aver disputato comunque una grande stagione”.

Quale futuro per Insigne e cosa fare sugli esterni difensivi? “Tra lui e De Laurentiis fanno a sportellate anche nelle dichiarazioni. Non sono certo del futuro ancora in azzurro di Malcuit e Mario Rui, credo che il Napoli voglia prendere un esterno sinistro e un centrale difensivo. Albiol non è più giovanissimo e la sua assenza si è sentita durante il periodo di indisponibilità, serve un centrale da affiancare all’incedibile – si spera – Koulibaly”.

De Laurentiis ha parlato di De Rossi. “Forse ha voluto accontentare qualche amico di fede giallorossa, la vedo come una pista impercorribile. A De Rossi vanno affidate le chiavi del gruppo, che non aspetta il supereroe che arriva da Roma. Capitan Futuro ha personalità, è stato un grande campione ma non lo vedo in azzurro. Mi sembra una boutade, ma questo calcio stupisce sempre”.