Sky, Mazzarri: “Impressionato dal Napoli ma sono soddisfatto. Vi spiego il perché”

Il match disputato al San Paolo fra Napoli e Torino, ha mostrato due facce: quella amareggiata del Napoli e quella soddisfatta del Torino di Walter Mazzarri. L’ex tecnico azzurro, contento della prestazione della sua squadra contro un Napoli fortissimo, risponde alle domande dei microfoni di Sky:

E’ uscito soddisfatto dal San Paolo con questo pareggio, quarta partita di fila senza prendere gol contro una squadra, come detto da lei, fortissima? “Oggi rispetto all’anno scorso avevano una grande cattiveria, è un grande Napoli. Sono cambiate tante cose da quando sono andato via, giocatori di grande tecnica e forza fisica. Una squadra fortissima”.

Forse con più di coraggio potevate ottenere di più? “Abbiamo sbagliato tecnicamente qualche cosa. Aina, uno dei pochi che poteva reggere il Napoli fisicamente, ha sbagliato un paio di cose che potevano, se fatti meglio i passaggi, far realizzare qualche gol a noi. Ho provato a dire di giocare, ma loro con la loro fisicità non ci facevano giocare. Sono rimasto impressionato dal Napoli, ma complimenti alla mia squadra per la partita”.

Quanto manca il gol a Belotti? “All’attaccante piace fare gol. Chi ha visto la partita scorsa sa bene che il portiere avversario ha fatto una gran parata su di lui. Purtroppo è un periodo storto per il giocatore, fisicamente sta bene, però l’importante è che la squadra faccia il risultato”.

Hai quasi proposto sempre questo centrocampo nelle ultime partite, con lo spostamento di Ansaldi che ora è importantissimo per la tua squadra, come è nato? “E’ nato da un’emergenza. Meitè e Baselli non stavano bene, siccome Ansaldi sa fare tutto è stato spostato. Giocatore di qualità che mi sta ripagando. Le cose stanno andando bene, peccato per Ferrara dove siamo rimasti in 10 a mezz’ora dalla fine della partita e potevamo ottenere più punti”.

In una classifica ottima, ma che forse tu penserai a qualche punto in più, pensi di più agli errori arbitrali, agli infortuni o al rendimento di qualche giocatore sotto le tue attese? “Noi come il Napoli oggi, molte partite abbiamo creato molto e concretizzato poco. In molte partite ci sono stati anche errori arbitrali e sono tanti. Peccato perché a quest’ora con qualche punto in più potevamo parlare di un Toro rivelazione del campionato”.

Dopo l’inizio molto buono, siete un po’ calati anche fisicamente? “E’ vero. Ad esempio Rincon che ha grande fisicità ha sofferto la forza di Allan che è un giocatore stratosferico. Loro sono fortissimi, hanno creato una grande squadra. Ho provato a mettere Meitè per questo, ma comunque soffrivamo in altre parti del campo”.