Benitez a Radio Rne: “La Dinamo è una buona squadra. Darò il 100% fino alla fine, ma non so quando arriverà l’ultimo giorno”

Rafa Benitez ha rilasciato una lunga intervista al programma Radigaceta de los deportes in onda sulla Radio RNE.

INFORTUNIO: “Ho un problema al polpaccio e non posso dirigere la squadra come dovrei. Però posso contare sul mio staff e sul mio secondo allenatore. Fabio Pecchia sta allenando la squadra fino al mio recupero“.

DINAMO: “La Dinamo Mosca è una una buona squadra. So che giovedì ha fatto una buona partita. Ovviamente io non ho potuto vederla perché ero impegnato con il Napoli. Sarà un’avversaria difficile, ma a questo punto della competizione non ci sono squadre semplici da affrontare“.

CAMPIONATO: “La Juventus data la sua rosa e il suo potenziale ha un vantaggio e la classifica lo dimostra. Anche la Roma già lo scorso anno ha disputato una buona stagione. Noi cerchiamo di rimanere vicini, dobbiamo mantenere il ritmo. Vista la mia esperienza, ritengo che il campionato italiano sia quello più tattico. In Italia devi adattarti e questo ti arrichisce molto come allenatore. Pensate che domenica giocheremo contro il Torino e sfideremo una squadra con una difesa a cinque che può diventare a tre in qualsiasi momento“.

NAPOLI: “L’anno scorso abbiamo disputato un’ottima stagione, vincendo la Coppa Italia e ottenendo il pass per la Champions League. Quest’anno abbiamo già vinto la Supercoppa Italiana, siamo in semifinale di Coppa Italia e agli ottavi di Europa League. Inoltre, in campionato siamo a tre punti dal secondo posto. Dobbiamo continuare così“.

FUTURO: “Qui a Napoli la gente mi vuole bene, voglio dare il 100% e posso assicurare che lo farò fino all’ultimo giorno. Non so quando arriverà l’ultimo giorno e non mi preoccupo. Non voglio parlare del mio futuro, mi interessa il futuro del club e la sua crescita“.

 

Articolo precedenteCastel Volturno, allenamento mattutino. Ecco la lista dei convocati di Benitez
Articolo successivoDi Marzio: “Il futuro di Benitez dipende anche da De Laurentiis. Reina potrebbe tornare in Italia”