ESCLUSIVA – Da Palermo: “Striscione rivolto a gruppi isolati, nessun gemellaggio con tifosi romanisti. Ieri accolti in Curva B: altro che nemici, gemellaggio rinnovato!”

802

Questo lo striscione apparso ieri sera in Curva A durante Napoli-Palermo: “Non mi sarà mai amico chi è fedele al mio nemico”.

Ecco la foto:

CSb6t_xWcAA2mro

La nostra testata ha subito provveduto a riportare la notizia specificando testo e provenienza dello striscione. Questa mattina, però, abbiamo ricevuto in redazione una lettera di un frangia di tifosi del Palermo per far luce su quanto accaduto. Ecco la lettera integrale:

“Siamo un gruppo di tifosi palermitani, volevamo precisare alla redazione che:

1) Gli ultras della Curva Nord inferiore di Palermo erano tranquillamente in Curva B ospiti graditissimi degli ultras napoletani. Gemellaggio dunque rinnovato.

2) Nessuna delle due curve ha intonato cori contro Palermo.

3) Gli ultras del Palermo non sono gemellati con la tifoseria della Roma. solo un paio di gruppi sono amici dei romani. La curva nord inferiore, la parte più calda del tifo organizzato, non ha nessun tipo di rapporto con i romanisti, mentre è gemellata con i tifosi del Napoli.

4) Quello striscione era uno striscione di indifferenza verso i due gruppi vicino ai tifosi giallorossi.

5) Sia l’amicizia con la Curva B di Napoli sia l’amicizia con la Curva Sud di Roma risalgono agli anni Ottanta, quando anche Napoli e Roma erano gemellate. Non ha alcuna attinenza, quindi, con le ultime vicende dolorose.
Negli anni ottanta c’era il triangolo Palermo-Napoli-Roma contro il triangolo Catania-Inter-Lazio, per motivi calcistici ma anche ideologici.

Vi chiediamo di pubblicare questa nostra lettera per non creare equivoci e tensioni tra le due tifoserie, grazie. Cordiali saluti, un gruppo di tifosi palermitani.

PALERMO ABBRACCIA I FRATELLI NAPOLETANI”

Con grande gioia ci scusiamo con i tanti tifosi del Palermo e ci impegniamo affinché questo splendido gemellaggio tra due grandi città del sud continui anche in futuro.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Pasquale Marra