Il ritorno della bambola assassina

Vince il Napoli a Bologna e in un colpo solo ritrova uno dei giocatori chiave di questa rosa.

Sembrerebbe il titolo di un film e invece è tutto vero. E’ tornata la Bambola assassina. Chucky, alias Hirving Lozano, finalmente protagonista di una prova convincente e decisiva per la vittoria del Napoli. Sperduto per oltre due settimane in Messico in preda al Covid. Nessuno che avesse più notizie di lui. Poi il ritorno mercoledì scorso e la sciagurata gara di giovedì con la Fiorentina che gli aveva attirato le critiche di tutti.

Chucky sostituto designato di Insigne? quante facce storte a questa frase. Negli occhi solo i 10-15′ scarsi contro la Fiorentina in Coppa italia conditi da un palo e un rosso. Da inizio stagione solo prove a metà per Lozano. Mai nelle grazie di Spalletti che gli preferiva sempre Politano. Pochi gol, appena tre, un passo diverso da quello che aveva con Gattuso. e poi quella dichiarazione alla stampa di meritare una squadra di alto livello. Da allora spalletti lo ha chiamato a se e chiesto di dimostrare di valere un Top club portando il suo attuale club tra i top.

La risposta di Lozano tardava ad arrivare ma stasera finalmente, come una fenice, Lozano è riemerso dalle sue ceneri.

Due gol tutti in un colpo. mai gli era riuscita impresa di questo tipo nel campionato italiano. La prima doppietta italiana nella serata che non ti aspetti. Finalmente un cambio per Lozano non per demeriti ma per una meritata standing ovation. Tre punti al Napoli e tanti punti guadagnati da lui agli occhi di Spalletti e dei tifosi azzurri. Mentre Insigne può pensare alla sua casetta in Canadà, dal Messico è tornato a percorso inverso un giocatore nuovo che ha dimostrato finalmente di poter essere decisivo.

Articolo precedenteDAZN – Mihajlović: “Abbiamo perso contro la squadra migliore”
Articolo successivoBologna, Arnautovic: “Sono più dispiaciuto per la sconfitta che per l’infortunio”