Il Napoli può davvero ambire allo scudetto?

Sembra un’assurdità eppure molti ne stanno parlando: “Quest’anno il Napoli ha le carte in regola per puntare allo scudetto”. Per come si era concluso lo scorso campionato, pensare di poter vincere il tricolore l’anno successivo sarebbe stato impensabile. E lo aveva lasciato intendere anche mister Gattuso nella conferenza di presentazione a Castel di Sangro, chiarendo che “quest’anno bisognerà dare il massimo per raggiungere l’obiettivo minimo, la qualificazione in Champions”. Il calcio però non è una scienza esatta, e ci ha insegnato che chi parte per non arrivare ultimo alla fine potrebbe anche arrivare primo.

Quest’anno gli azzurri ripartono da Ringhio, che li aveva traghettati fino alla fine della scorsa stagione riuscendo a vincere persino una Coppa Italia. Adesso l’ex giocatore e allenatore del Milan si ritrova a disposizione una rosa sfoltita ma non del tutto e rinforzata dai soli acquisti di Osimhen e Bakayoko. Due calciatori che aggiungono soprattutto fisicità ad una squadra che si sta plasmando a immagine somiglianza del suo allenatore, ma che balla ancora tra i dubbi legati al modulo. Lo schema base, di stampo sarrista, resta il 4-3-3. Ma dopo le prime uscite è stato il 4-2-3-1 a portare i risultati migliori, nonostante si parlasse molto della poca funzionalità di vari interpreti. E la sensazione è che si possa proseguire con il secondo, viste anche le momentanee assenze di Zielinski ed Elmas in mezzo al campo.

Ma le incertezze maggiori sono legate all’andamento di questa stagione. Sono circa 30 i casi accertati di positività al Coronavirus nel campionato italiano. Segno di un’epidemia che si sta diffondendo nuovamente in tutto il paese e che rischia di complicare non poco il regolare svolgimento della Serie A. Che non potrà terminare oltre una certa data, poiché a giugno 2021 partiranno gli Europei. La soluzione che Lega e Figc avrebbero in mente è l’introduzione dei playoff, così da ridurre il numero di partite e rientrare nei tempi.

Dire che il Napoli ce la possa fare è praticamente impossibile, ma di certo gli azzurri hanno le carte in regola per provarci. Nelle prime due uscite abbiamo visto una squadra concreta, che ha ridotto al minimo i rischi ed è stata brava a sfruttare i momenti di difficoltà degli avversari. Per vincere uno scudetto, si sa, ci vorrà un cammino quasi perfetto, vista la concorrenza agguerrita per togliere lo scettro alla Juventus dopo 9 anni. Certo è che con questa emergenza Covid il futuro è indecifrabile, e possiamo davvero aspettarci di tutto.