Napoli-Lazio, i precedenti più belli al San Paolo in Serie A

Stasera il Napoli concluderà il suo campionato 2019/20 con la sfida in casa contro la Lazio; azzurri che, comunque vada questa partita, chiuderanno al settimo posto in classifica. Quest’oggi abbiamo selezionato alcuni tra i migliori precedenti di quest’incontro, a partire dagli anni ’80 fino all’ultimo decennio.

24/02/1985 – Il Napoli cala il poker a suon di magie

Nell’85 il Napoli degli anni d’oro asfalta i biancocelesti condannandoli ai bassifondi della classifica. La partita ha un unico mattatore, il suo nome è Diego Armando Maradona. Dopo una prima frazione conclusasi sullo 0-0, ad inizio ripresa il fuoriclasse argentino effettua un assist in rovesciata che per poco non favorisce il gol del vantaggio. Rete che arriva al 58’ con il Pibe de Oro che sfrutta un retropassaggio errato verso il portiere avversario. 20 minuti più tardi i padroni di casa raddoppiano grazie all’autogol di Filisetti. Negli ultimi 10 minuti invece è Maradona a mandare al tappeto la Lazio con due autentiche prodezze. Prima sfrutta un altro disimpegno sbagliato andando ad infilare il pallone in porta con un pallonetto dai 25-30 metri. Poi all’87’ cala il poker direttamente da calcio d’angolo, sorprendendo Fernando Orsi sul primo palo.

12/03/1995 – Il Napoli rimonta il doppio vantaggio ospite e si allontana dalla zona retrocessione

Esattamente 10 anni dopo sono gli azzurri a trovarsi in una zona di classifica pericolosa. Al San Paolo arriva la Lazio che dopo essere passata in doppio vantaggio nella prima frazione grazie ad una doppietta di Casiraghi, subisce la rimonta azzurra pagando forse la stanchezza dovuta agli impegni europei. Nel secondo tempo la squadra partenopea pareggia dopo 11 minuti grazie ai due gol di Freddy Rincon. Il gol vittoria arriva nel finale e porta la firma di Buso.

03/04/2011 – Gli azzurri conquistano i 3 punti con uno storico 4-3

Ha dell’incredibile la sfida andata in scena nella stagione 2010/11. Dopo un buon inizio da parte dei padroni di casa, sono gli ospiti a sbloccare il risultato con Mauri, che poco dopo sfiora anche il raddoppio. 0-2 che arriva ad inizio ripresa con Andrè Dias. Sembra notte fonda per il Napoli che però ha un sussulto e la pareggia in 2 minuti con Dossena e Cavani, entrambi di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione. Dopo il tris sfiorato da Mascara arriva la traversa di Brocchi con palla che rimbalza in porta ma poi esce, l’arbitro però non vede e si resta in parità. Poco dopo Aronica si rende protagonista di una clamorosa autorete e riporta avanti la Lazio. Passano 20 minuti e ancora Cavani si procura un calcio di rigore con conseguente espulsione di Biava; lo stesso uruguaiano trasforma per il 3-3. E al minuto 88 il Matador fa esplodere il San Paolo con un pallonetto a Muslera su assist di Mascara, finisce 4-3 dopo una partita mozzafiato.

26/09/2012 – Ancora una tripletta del Matador

Due stagioni più tardi è ancora Cavani con una tripletta a regalare i 3 punti ai suoi. Prima la sblocca al 20’ con un tiro da fuori deviato, poi raddoppia alla mezz’ora piegando le mani a Marchetti su assist di Paolo Cannavaro. Al 64’ invece sorprende alle spalle tutta la difesa avversaria, scarta il portiere e chiude il match sul 3-0. Nel finale avrebbe anche l’opportunità di segnare il poker personale ma spara alto un penalty procurato da Insigne. Alla fine è 3-0 Napoli.

13/04/2014 – Trionfo azzurro per 4-2

È ancora una tripletta, stavolta di un altro attaccante, a mandare al tappeto i biancocelesti nella stagione successiva. Dopo l’iniziale vantaggio ospite siglato da Lulic, arriva il pareggio di Mertens a fine primo tempo con un gran destro da fuori area che si insacca all’incrocio dei pali. Nella ripresa si scatena Gonzalo Higuain, che prima pareggia su rigore poi realizza anche il gol del 3-1. All’82’ accorcia Onazi e al 94’ l’argentino chiude la partita con un’azione insistita finalizzata con uno scavetto sull’uscita di Berisha.

20/09/2015 – Un Napoli scatenato ne fa addirittura 5

Dopo le prime 3 partite di campionato che avevano lasciato parecchi dubbi sulla scelta di affidare la panchina azzurra a Maurizio Sarri, al San Paolo la Lazio viene letteralmente demolita. Ed è qui che inizia a nascere il cosiddetto Sarrismo. Partenopei avanti con un gol di Higuain da fuori, raddoppio di Allan con un inserimento per vie centrali su assist di Insigne. Nei secondi 45’ è proprio Insigne a realizzare il terzo gol, Higuain il quarto con una grande azione in solitaria. Chiude la sfida Gabbiadini sul 5-0.

10/02/2018 – 4-1 e calcio spettacolo

Ancor più spettacolare è la partita che va in scena nella stagione 2017/18, match in cui la squadra di Sarri mette in mostra il meglio del suo gioco, ricevendo nel secondo tempo gli applausi di tutto lo stadio San Paolo, con i tifosi che battono le mani per diversi minuti. Dopo il vantaggio laziale con De Vrij, a fine primo tempo arriva il pareggio di Callejon su un gran lancio verticale di Jorginho. Nella ripresa, dopo aver sfiorato un paio di volte il gol con Insigne, è un autogol di Wallace a portare avanti gli azzurri. E due minuti dopo arriva anche il tris con un tiro di Mario Rui deviato involontariamente da Zielinski. Al 73’ su una splendida ripartenza c’è spazio anche per il 4-1 con Mertens su assist del numero 20 polacco.