Matteo Politano, una nuova sorpresa sulla fascia destra?

In questo incredibile, imprevedibile e irripetibile tour de force, Gennaro Gattuso ha attinto a piene mani da quasi tutta la rosa azzurra; da giugno, Gattuso ha puntato su una serie di giocatori ma ha anche saputo fare delle rotazioni e un giusto turnover.

Queste rotazioni riguardano anche l’attacco; se a sinistra Insigne è insostituibile e al centro dell’attacco il titolare indiscusso è Mertens, anche perchè Milik è in uscita, ormai da tempo, dal Napoli.

Invece, sulla destra, il ballottaggio è un po’ più vivo; infatti, Callejon sarebbe il titolare indiscusso della fascia destra, il cavaliere capace di tagli mortiferi e di goal decisivi, ad oggi, sta per concludere la sua esperienza azzurra, a meno di clamorose sorprese.

Gattuso, dunque, sta iniziando a fare le prove per il sostituto dello spagnolo: in attesa delle ultime notizie sul mercato, Ringhio sta cercando di dare minutaggio a quel Matteo Politano.

Politano fu un acquisto di gennaio operato da Giuntoli, con due anni di ritardo, poiché il Sassuolo rifiutò nel gennaio del 2018 40 milioni di euro; a gennaio, il ds lo comprò per dare un’alternativa a quel 4-3-3, modulo in cui Politano ha conquistato il posto da titolare al Sassuolo.

Politano, dal suo primo giorno in azzurro, ha lavorato duro, ha cercato di imparare i dettagli del ruolo da un garanzia come Callejon, ma ha anche combattuto con lui per un posto da titolare. Gattuso stima tutti e due, li vorrebbe riconfermare entrambi e apprezza le qualità tecniche di entrambi.

Sicuramente, le qualità di Politano e la sua interpretazione del ruolo è diversa da quella dello spagnolo: Politano ama farsi dare il pallone tra i piedi, ama puntare l’uomo ed è bravo nello stretto, ma deve migliorare nella presenza offensiva, nella capacità di saper leggere le azioni offensive e difensive che rendono così tanto speciale Callejon.

Nelle ultime partite, però, l’ex giocatore dell’Inter ha dimostrato di poter coesistere bene con Mertens e Insigne e ha dimostrato di avere degli spunti importanti, che possono anche risolvere le partite, come il goal da fuori area contro l’Udinese.

Contro il Sassuolo, il club che l’ha cresciuto, l’esterno destro ha preso anche un palo, toccando diversi palloni; questo suo ingresso pimpante potrebbe valergli la maglia da titolare contro la squadra di Antonio Conte, la stessa squadra che lo scartò a gennaio perchè non ha saputo adattarsi al 3-5-2.

Chissà se stasera contro l’inter Politano riuscirà a segnare il goal dell’ex, in modo da poter strappare sempre più conferme ai tanti tifosi azzurri.