Napoli-Spal, vincere per continuare a credere nell’impresa

Oggi, alle 19.30, il Napoli di Gennaro Gattuso, reduce da una bellissima vittoria a Verona, riceverà la Spal di Luigi Di Biagio, che cercherà di ottenere una vittoria per portarsi a -5 dalla zona salvezza.

Questa ripresa del campionato ha giovato agli azzurri, che prima hanno portato a casa la Coppa Italia e che ora vogliono finire bene il campionato: in questo senso, tutte le partite sono importanti, a partire da quella di stasera.

Nonostante l’avversario sia in grossi difficoltà, gli azzurri dovranno fare molta attenzione: infatti, con l’arrivo di Di Biagio al posto di Semplici, gli estensi sono passati alla difesa a 4 e adesso preferiscono provare a comandare la partita con un possesso palla molto più diffuso.

Inoltre, ad oggi gli estensi hanno un bisogno disperato di punti per tenere accesa la speranza di salvarsi; dunque, il Napoli si troverà davanti una squadra disposta a tutto pur di vincere.

Fortunatamente, gli azzurri sono in un ottimo momento di forma e vogliono presentarsi nel migliore dei modi alla partita di giovedì contro l’Atalanta, spareggio cruciale per la zona Champions; Rino Gattuso dovrà essere bravo a tenere alta la concentrazione e a non sottovalutare questa partita, per evitare risultati sorprendenti come la sconfitta contro il Lecce.

Questa partita sarà un’occasione per poter notare anche due giocatori avversari: il primo è Andrea Petagna, futuro attaccante dei partenopei, che vorrà sicuramente ben figurare contro la sua futura squadra, anche per convincere il club partenopeo a scommettere su di lui.

L’altro è Strefezza, questo giovane esterno brasiliano, spina nel fianco nella partita d’andata, dove siglò l’assist per il goal di Kurtic; Strefezza dovrebbe giocare avanzato, per cui la retroguardia azzurra dovrà stare attenta alla sue scorribande e alla sua accelerazioni.

Infine, se diamo un occhio ai precedenti, Napoli-Spal è una partita ostica per gli azzurri: i partenopei, infatti, hanno vinto negli ultimi due anni per 1-0, soffrendo specialmente nell’ultimo campionato, quando gli azzurri vinsero grazie a due imprese del giovane Alex Meret, ex della partita.