Situazione portieri: gli scenari in vista del calciomercato

Era l’estate del 2018, circa due anni fa, quando il Napoli decise di acquistare 3 portieri con uguali ambizioni ad un posto da titolare. Ma in pochi si sarebbero aspettati ad oggi una “rivalità” così accesa come quella tra Alex Meret e David Ospina. Sotto la guida di Carlo Ancelotti, nella passata stagione, i ruoli erano ben definiti: all’ex Udinese il campionato e al colombiano la Champions. Col passare del tempo però il giovane portiere italiano ha lasciato sempre meno spazio all’ex Arsenal.

Con l’arrivo in panchina di Gennaro Gattuso invece le gerarchie sono totalmente cambiate. L’allenatore calabrese, dopo un breve periodo di sperimentazioni, ha iniziato a preferire di gran lunga Ospina per la maggiore affidabilità con i piedi. Nel gioco del Napoli infatti la costruzione dell’azione offensiva parte sempre dal basso, e il portiere deve essere in grado di fornire un punto di riferimento per la difesa.

A settembre con l’inizio del calciomercato ci sono diversi scenari ipotizzabili per i portieri azzurri.

La prestazione di Meret in finale di Coppa Italia contro la Juventus è stata più che convincente ma nonostante ciò Gattuso in campionato ha deciso di ripartire da Ospina. In ogni caso, a meno di offerte allettanti, l’estremo difensore italiano resterà a Napoli anche nella prossima stagione, in cui potrebbe essere il titolare indiscusso.

Questo perché la permanenza del colombiano non è affatto scontata. Sebbene infatti dal punto di vista tecnico l’allenatore partenopeo lo preferisca, nell’ultimo periodo si è parlato di una sua possibile cessione. In tal caso, le ipotesi più plausibili per rimpiazzarlo sono due.

La voce che circola è quella di un possibile scambio SepeKarnezis, seppur smentita dal d.s. del Parma. Il quasi 35enne greco non riesce mai a trovare spazio ed è in scadenza di contratto nel 2021. Il suo rinnovo non è prioritario ma al contrario lo si potrebbe far rientrare in operazioni di questo genere. Sepe invece è in prestito al Parma con scadenza 30 giugno. Un suo ritorno a Napoli sarebbe possibile ma solo in caso di partenza di Ospina. Difficilmente infatti accetterebbe di rivestire il ruolo di terzo.

La seconda opzione sarebbe quella di acquistare vice Meret. Tra nomi accostati al Napoli negli ultimi mesi ce ne sono tre in particolare. Stiamo parlando di Sirigu, ritenuto però incedibile e addirittura intenzionato a chiudere la carriera nel Torino, il portiere del Brescia Joronen e il classe ’94 del Benfica Vlachodimos. L’estremo difensore dei granata sarebbe arrivato solamente alla condizione di giocare da primo o di avere comunque un minutaggio importante. Anche gli altri due sono titolari nelle loro rispettive squadre e, se il Napoli avrà bisogno di un portiere, potrebbero anche decidere di venire a giocarsi le proprie carte in azzurro.

Dopo aver parlato di primi e secondi portieri, apriamo una parentesi anche sui terzi. In caso di partenza di Karnezis, con tutta probabilità servirà un rimpiazzo. E un sostituto il Napoli potrebbe averlo in casa. Il 30 giugno scadrà infatti il prestito di Nikita Contini alla Virtus Entella. Il 24enne di origini ucraine quest’anno è stato un titolare indiscusso nella squadra di Chiavari. L’Entella inoltre ad inizio stagione era riuscita a raggiungere la zona playoff da neopromossa, dimostrandosi una rivelazione di questo campionato di Serie B. Nonostante la media di un gol subito a partita, Contini può vantare 10 clean sheet e 1 rigore parato. La domanda da porsi è la seguente: accetterà eventualmente la chiamata del Napoli?

Chiudiamo il cerchio con due ragazzi Under 19 che per il momento hanno avuto modo soltanto di sedersi in panchina con gli azzurri. Antonio Pio Daniele e Hubert Idasiak (panchina in finale di Coppa Italia) hanno rispettivamente 17 e 18 anni, e per adesso conviene che facciano ancora esperienza nelle giovanili. Anche se il Napoli quasi sicuramente continuerà ad inserirli nei convocati per le gare di campionato in vista del finale di stagione.