Il silenzio che si fa sentire

maks
Fonte foto: SSC Napoli

Se il Napoli potrà disputare la finale di Coppa Italia a Roma contro la Juventus, gran parte del merito va senza dubbio a Nikola Maksimovic. Il difensore serbo, classe 1991, è stato uno dei protagonisti della serata di sabato, mettendo a bada sia Lukaku che Lautaro Martinez.

Nikola arriva a Napoli il 31 agosto del 2016, dopo 18 mesi di trattativa con il Torino che giocava a rialzo. Pagato 25 milioni, approdava in terra partenopea tra mille aspettative. Tuttavia, Sarri, nonostante abbia spinto tanto per il suo acquisto, non lo reputa all’altezza, lasciandolo spesso in panchina.

Ormai ritenuto un flop, a gennaio del 2018 viene mandato in Russia, allo Spartak Mosca, con la speranza che possa trovare la continuità giusta. Torna al Napoli nell’estate dello stesso anno, anche se con un allenatore diverso, Carlo Ancelotti, che sembra voler puntare su di lui. In quell’annata, Maksimovic non gioca tanto, ma quando lo fa convince, soprattutto da terzino destro, andando a formare una difesa a “3 e mezzo” che funziona.

Quest’anno, nonostante le molteplici difficoltà che la squadra sta affrontando, Nikola, sempre silenzioso, sta disputando la sua miglior stagione in azzurro, facendosi trovare pronto anche contro avversari temibili quali i vari Messi, Suarez, Manè. Per il futuro, con un’ipotetica partenza di Koulibaly, Maks è pronto a diventare punto fermo degli azzurri.

Articolo precedenteSky – Politano più di Callejon, contro la Juve spazio a Mario Rui! In porta torna Meret
Articolo successivoFB – Spadafora: “Partite in chiaro? Siamo a buon punto, ma voglio specificare una cosa”