Focus su Soumaoro, il difensore che si è preso il Genoa e piace al Napoli

Adama Soumaoro è uno dei giocatori a cui il Napoli starebbe pensando in caso di cessione di Kalidou Koulibaly. Il difensore franco-maliano è di proprietà del Lille ma a gennaio è passato in prestito breve al Genoa. Con i rossoblù ha giocato le ultime quattro partite prima dello stop causa Coronavirus. Il prestito scadrebbe a fine giugno, e il club di Enrico Preziosi dovrebbe versare 10 milioni di euro nelle casse del Lille per riscattarlo. I rossoblù sarebbero intenzionati a riscattarlo a titolo definito, e in caso contrario il Napoli dovrebbe trattare con la squadra francese, con cui nell’ultimo anno ha avuto contatti frequenti.

Soumaoro è cresciuto calcisticamente nel Lille, partendo dalle giovanili e debuttando in prima squadra nel 2013. Col passare degli anni è diventato un giocatore chiave per la difesa dei francesi ma la sua carriera nel paese transalpino è stata influenzata anche da un grave infortunio nel 2016/17 che lo ha costretto a un lungo stop.  

Le sue caratteristiche principali sono la velocità e la bravura nell’anticipo. E’ anche un difensore molto forte fisicamente e abile sulle palle alte. Una delle sue giocate più frequenti consiste nel saltare il primo pressing durante la fase di impostazione per far avanzare il baricentro della squadra.

Con il Genoa ha disputato come già detto le ultime quattro partite giocate dai rossoblù in Serie A, in cui sono arrivate tre vittorie e una sconfitta, e anche un gol per il difensore 27enne.  La domanda da porsi è sempre la stessa: ha le qualità per giocare da titolare nella difesa azzurra e sostituire degnamente Koulibaly?

Bisogna innanzitutto dire che il campionato di Serie A è leggermente diverso dalla Ligue 1. Benché a dominare i due tornei siano da anni le stesse squadre, Juventus e PSG, la situazione riguardante la corsa alla Champions League è diversa. In Italia ci sono decisamente più squadre in grado di competere per le prime posizioni di classifica, di conseguenza il livello delle partite è superiore. Inoltre con l’avvento di allenatori come Sarri, Allegri e Conte i ritmi di gioco sono aumentati e la tattica si è evoluta. Di conseguenza è cresciuto anche il rischio di pagare caro gli errori difensivi dovuti magari ad un lento ambientamento nel nostro campionato.

Ma nelle prime partite del Genoa con Soumaoro al centro della difesa sono arrivati, oltre a 9 punti su 12, anche due clean sheet, per cui si può dire che il difensore francese non abbia avuto particolari problemi di adattamento. Bisognerà però valutare il difensore francese soprattutto al rientro in campo, perché quattro partite di sicuro non bastano per giudicare a pieno un calciatore. Anche se per caratteristiche fisiche si avvicina a Kalidou Koulibaly, i soliti dubbi restano sul ruolo che potrebbe ricoprire nella difesa del Napoli. Ma molto probabilmente, al fianco di Kostas Manolas ci vorrà tutt’altro difensore.

Articolo precedenteCoronavirus, il bollettino di oggi 6 giugno
Articolo successivoSky – Non solo Napoli, Ricci ha stregato anche il Borussia. Potenziale interessamento del Milan con Rangnick