Chi allenerà il Napoli nella prossima stagione?

Una domanda che in tanti si stanno ponendo in questo periodo è: chi allenerà il Napoli nella prossima stagione? E’ di certo un tema da trattare accuratamente, perché in caso di mancato rinnovo di Gennaro Gattuso ci sono tanti nomi che sono stati accostati alla squadra azzurra. Ma procediamo con ordine.

Gattuso ha nel suo contratto un’opzione di rinnovo per la prossima stagione legata alla qualificazione in Champions League. Ma proprio in queste settimane ci sono stati alcuni incontri con il presidente De Laurentiis per discutere di un eventuale prolungamento. E pare che nonostante l’obiettivo impostogli dalla dirigenza Gattuso possa essere ancora l’allenatore del Napoli al di là del piazzamento finale in campionato.

E c’è anche da aprire una parentesi nel caso in cui il tecnico calabrese siederà per un altro anno sulla panchina azzurra. Questa riguarda il nuovo progetto che il Napoli potrebbe iniziare nella stagione 2020/2021. Se i partenopei riusciranno ad accedere alla Champions League di conseguenza arriveranno dei fondi in più nelle casse. E magari la società sarà in grado di trattenere molti pezzi importanti della rosa attuale e migliorare quest’ultima con qualche acquisto di rilievo. Mentre in caso di mancata qualificazione alla massima competizione europea allora ci saranno sicuramente delle cessioni importanti e molto probabilmente si ripartirà da nuovi interpreti.

Se invece l’allenatore non sarà più Gattuso, allora senza dubbio inizierà un nuovo progetto. C’è chi è convinto che il nuovo tecnico verrà ingaggiato dalla Serie A, ma i possibili nomi riguardano anche allenatori di squadre non italiane.

Ce ne sono alcuni a cui De Laurentiis aveva pensato prima che arrivasse Gattuso, come Simone Inzaghi, Massimiliano Allegri e Luciano Spalletti. Benché gli ultimi due siano al momento senza squadra, il pallino del presidente azzurro sarebbe l’attuale allenatore della Lazio. Ma siccome la squadra biancoceleste al di là della lotta scudetto con molta probabilità arriverà in Champions, l’ipotesi più plausibile è che Inzaghi rimarrà a Roma almeno per un altro anno. Eventualmente, per convincerlo, oltre a classificarsi tra le prime 4, la società azzurra dovrà anche proporgli un progetto importante.

Un altro nome fatto quando il Napoli era in crisi di risultati ma già sotto la guida di Gattuso è stato quello di Vladimir Petkovic. Un altro allenatore che conosce il campionato italiano e che vinse con la Lazio una Coppa Italia nella stagione 2012/2013. L’attuale c.t. della Svizzera tra l’altro dovrà inoltre affrontare l’Italia nel girone del prossimo europeo.

Un’ipotesi più recente è stata invece quella di Roberto De Zerbi. L’attuale allenatore del Sassuolo potrebbe consentire al Napoli di arrivare a Jeremie Boga, che è nella lista degli obiettivi di mercato di Cristiano Giuntoli. Inoltre proprio ieri durante un’intervista per La Gazzetta dello Sport ha espresso la volontà di portare con sé il giocatore francese qualora dovesse lasciare il Sassuolo.

Si parla anche di Gian Piero Gasperini, che sta per concludere un’altra annata eccezionale alla guida dell’Atalanta. Il tecnico piemontese potrebbe dunque accettare una panchina come quella partenopea per provare ad alzare l’asticella a livello personale. E non è da escludere che questo possa facilitare l’acquisto di qualche calciatore attualmente in nerazzurro.

Un ultimo nome è quello di Ivan Juric, allenatore del Verona, nonostante il tecnico croato abbia dichiarato di non voler pensare ancora al suo futuro. Inoltre non bisogna dimenticare che la dirigenza partenopea ha intavolato diverse trattative nel mercato invernale con quella veronese. Juric potrebbe dunque essere uno dei nomi in pole per la prossima stagione e eventualmente potrebbe favorire il passaggio in azzurro del difensore albanese Kumbulla, su cui gli azzurri stanno insistendo da tempo.

Sembra dunque che un potenziale nuovo allenatore del Napoli dovrà arrivare dalla Serie A. In caso contrario sarà comunque uno che ha già allenato in Italia e conosce bene il campionato. Adesso la prima cosa da fare è attendere la decisione della società sulla riconferma di Gennaro Gattuso. Nel caso quest’ultimo terminerà a fine stagione la sua avventura alla guida del Napoli, allora si apriranno le danze per trovare un sostituto.

Articolo precedenteMarco Bellinazzo: “Danni anche ai vari sponsor! Vi spiego cosa sta succedendo nelle serie minori”
Articolo successivoPremier sospesa, si studiano le alternative: le ipotesi