Brescia-Napoli, il primo passo per lo storico scudetto

Venerdì sera il Napoli giocherà contro il Brescia al Rigamonti per la 25esima giornata di Serie A. Le due squadre non si affrontavano in campionato dal 2011. I precedenti in casa delle rondinelle sorridono alla squadra allenata da Diego Lopez.

Ma facciamo un salto indietro e arriviamo precisamente alla stagione 1986-1987, quella che porterà agli azzurri dell’allora presidente Corrado Ferlaino il primo storico scudetto.

La prima giornata di quel campionato è proprio Brescia-Napoli. I partenopei sono allenati da Ottavio Bianchi; è il Napoli di Bruscolotti, Ferrara, Giordano e Maradona giusto per citarne alcuni.

Quella partita ha rappresentato il primo passo per la vittoria del tricolore. Viene infatti vinta dagli azzurri con un gran gol di Maradona nei minuti finali del primo tempo. Una rete molto simile a quella che Diego mette a segnò contro il Belgio nella semifinale del mondiale ’86 che poi vince con la sua Argentina.

E’ il 41’ minuto quando Salvatore Bagni alza una palla per Maradona che si trova al limite dell’area. Il controllo sembra difficile. Ma Diego riesce a stoppare la sfera di petto e se la porta avanti con il sinistro andando a dribblare mezza difesa avversaria per poi concludere in diagonale nell’angolino basso. Un gol che rappresenta l’estro e il genio del campione argentino. Una giocata che lascia di sasso la difesa del Brescia e il suo portiere che non riescono ad opporsi alla serpentina nello stretto e possono solo osservare il pallone infilarsi in porta.

Questo gol è stato definito appunto come una “citazione” perché molto simile a quello realizzato da Diego contro il Belgio. In quella circostanza Maradona riceve palla sulla tre-quarti e ha a disposizione una maggiore porzione di campo per dribblare i difensori avversari, per poi insaccare nell’angolo basso.

Quella partita fu dunque il primo tassello di una serie di vittorie indimenticabili per i tifosi partenopei.