Il gioco delle coppie – Il Napoli di Gattuso della prossima stagione ha già un volto

Gennaro Gattuso, sin dalle sue prime dichiarazioni da allenatore del Napoli, è stato chiaro: “Io gioco con le coppie. Ho bisogno di due calciatori per ruolo”.

Detto fatto, in un ruolo dove eravamo totalmente scoperti il Napoli ha piazzato un doppio colpo: Stanislav Lobotka dal Celta Vigo e Diego Demme dal Lipsia.

Ma facendo questo ragionamento possiamo pensare a quello che sarà il Napoli della prossima stagione: ad eventuali entrate ed eventuali uscite.

E mentre tra i pali il duo Ospina-Meret non dovrebbe dare problemi. In difesa, invece, potrebbero esserci grandi manovre. Sull’out di destra sono in tre e quindi uno dovrà andare via: improbabile Di Lorenzo, la lotta sarà tra Malcuit e Hysaj con quest’ultimo, data la sua duttilità allo schema gattusiano, preferito sul primo, che quindi potrebbe salutare gli azzurri.

Al centro ci sarà un sacrificato giacchè, come è noto, il Napoli sembra essere vicino alla chiusura per Rrhamani del Verona. Chi sarà? Escludendo l’ultimo arrivato Manolas, il cerchio si stringe intorno a tre persone: Maksimovic, che potrebbe richiedere garanzie per essere un punto fermo della squadra, in assenza delle quali potrebbe quindi salutare; Koulibaly, il top player azzurro, in caso di mancato accesso in Champions, potrebbe essere la vittima sacrificale per portare nelle casse azzurre liquidità monetaria; Luperto, il centrale sembra non essere entrato nelle preferenze del mister ed è l’indiziato numero uno a fare spazio a Rrhamani.

A sinistra irremovibile Mario Rui si cercherà una riserva che gli dia fiato in quanto Ghoulam andrà via (forse già da questa finestra di mercato).

A centrocampo con l’arrivo di Lobotka e Demme e l’uscita di Gaetano (vicinissimo alla Cremonese) il gioco delle coppie sembra essere a completo. Purtroppo però c’è un “ma”: il Napoli sta cercando di strappare a tutti i costi Amrabat dal Verona, cio sta a significare che qualcuno dei 6 attuali centrocampisti in rosa dovrà lasciargli spazio: chi sarà? I due nuovi arrivati ovviamente si tirano fuori in quanto anche per caratteristiche non sono sostituibili con Amrabat. Restano Allan, Zielinksi, Elmas e Fabian. Sui primi due pocho dubbi: il brasiliano fresco di rinnovo non dovrebbe muoversi, Piotr fondamentale nello scacchiere di Gattuso lo stesso. Il cerchio dunque si stringe intorno ad Elmas, che ha trovato pochissimo spazio fino ad oggi e Fabian, per il quale le sirene spagnole si fanno sempre più rumorose. In una possibile mancata qualificazione in Champions la cessione dello spagnolo potrebbe far bene alle casse del Napoli.

Reparto offensivo: forse quello più in frantumi. Unici certi del ruolo il prossimo anno sono il capitano Insigne, Arek Milik e Hirving Lozano per il quale l’investimento è stato alto e quindi si dovrà dare continuità al messicano. Con Younes già via da Napoli in questa finestra di mercato di gennaio ; con Mertens e Callejon che non hanno rinnovato e sono sempre più lontani dall’azzurro; con Llorente che non convince Gattuso, il Napoli sarà costretto ad intervenire con ben tre colpi: un esterno destro per far coppia con Lozano, un esterno sinistro per far coppia con Insigne ed un centravanti da affiancare a Milik, affinchè questo gioco delle coppie sia rispettato, come vuole il mister, in ogni suo ruolo.

Di Davide Luise