Gattuso sta affrontando le lacune del Napoli

“Questa squadra ha qualità, voglio giocare così: 4-3-3 e calcio collettivo, con organizzazione”.

Queste sono solo alcune delle dichiarazioni rilasciate ieri sera, nel post Sassuolo-Napoli da Gennaro Gattuso. Il neo allenatore dei partenopei ha, infatti, in appena dieci giorni sradicato il precedente sistema tattico (“non mi piace giocare con due linee da quattro”), nonché il modo di giocare, riproponendo la costruzione orizzontale dal basso, i tre centrocampisti in linea e movimenti e azioni che furono la fortuna del triennio Sarrista.

Ovviamente, non è così facile. I problemi che il Napoli aveva con Ancelotti permangono quasi per intero: tempi di pressing quasi sempre sbagliati, disorganizzazione collettiva, assenza di un primo costruttore di gioco sono solo la superficie dei mali che stava soffocando la squadra azzurra nel finire dell’era precedente.

Ma passando al presente, e anche al futuro (almeno sembra) del Napoli, pare lecito chiedersi: allora dove può apportare dei miglioramenti Gattuso?

La prima risposta che viene in mente pensando al carattere e al modo di porsi dell’allenatore calabrese, molto più vicino allo stile dittatoriale di Conte e Sarri, è ovvio: nella personalità. Una delle carenze più profonde che ha caratterizzato il passato recente degli azzurri. Ma non solo. Sarebbe infatti limitativo pensare a Ringhio come una sorta di “sergente di ferro” tutto grinta e niente tattica. Tutt’altro.

Del resto, per esprimere al meglio le proprie idee di gioco non può che essere necessario un intervento, magari due, nel mercato di gennaio. Come affermato proprio da Gattuso ieri sera, infatti, al Napoli manca un regista vero, che sappia far viaggiare la palla e dia tempi di gioco. Un uomo di carattere, preferibilmente esperto in campo italiano, che funga da punto di riferimento per gli altri centrocampisti in rosa, che al più possono adattarsi da mezzeali.

Che sia Torreira o no, a questa squadra urge un organizzatore di gioco. E serve proprio ora, che alla stagione si può ancora dare un senso.

Articolo precedenteAgente Boga: “Il Napoli è un top club, ci sono stati contatti in passato”
Articolo successivoDe Giovanni su Ancelotti: “Giusto che abbia pagato! Squadra allenata poco e male, sul 10 al mercato…”